La Nuova Sardegna

Sport

Calcio

Il Cagliari a Torino con la Juve non vince da quattordici anni

di Enrico Gaviano
Paulo Azzi difensore del Cagliari calcio
Paulo Azzi difensore del Cagliari calcio

Sabato allo Stadium una sfida da sempre suggestiva

09 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Cagliari in fibrillazione. Sabato 11 novembre c’è la suggestiva sfida in casa della Juventus e le ultime buone prestazioni autorizzano il sogno di un risultato positivo allo Stadium. Anche perché la rosa è al completo, a parte Di Pardo e Nandez. Una sfida che ha sempre acceso la fantasia dei tifosi del Cagliari e che ha avuto diverse volte un epilogo esaltante per i colori rossoblù. Fra tutti i precedenti emerge prepotentemente quello del gennaio 2009 in campionato quando il Cagliari vinse a sorpresa per 3-2 con una strepitosa prestazione. La curiosità principale di quel match è che in panchina ci saranno gli stessi allenatori di sabato ma a squadre invertite. Il Cagliari infatti era allenato da Massimiliano Allegri e la Juventus da Claudio Ranieri. Una partita ricca di colpi di scena: vantaggio di Jeda e ribaltamento della Juve con Sissoko e Nevded prima della fine del tempo. Nella ripresa il definitivo sorpasso del Cagliari con due contropiede micidiali finalizzati da Jeda e Matri. La “madre” di tutte le Juventus-Cagliari resta però quella del marzo 1970. Una partita di cui sono stati scritti fiumi di inchiostro e che grazie al risultato finale 2-2 consegnò in pratica lo scudetto alla squadra di Scopigno. Fra rigori dati e ripetuti, discussioni, pianti, rabbia, gol e proteste, i grandi protagonisti furono Gigi Riva autore di una doppietta e Concetto Lo Bello, arbitro in vena di protagonismo che ne combinò di tutti i colori. I tifosi del Cagliari ricordano anche la partita dei quarti di finale di coppa Uefa del 1994. Il Cagliari di Bruno Giorgi aveva vinto all’andata per 1-0 grazie a Dely Valdes. Ma nella gara di ritorno, al Delle Alpi, i bianconeri guidati da Trapattoni facevano paura. Tanto che Dino Baggio fece quasi subito gol. Il Cagliari pareggiò però dopo pochi minuti con Firicano. In avvio di ripresa Roberto Baggio mandó sul palo il rigore concesso dall’arbitro per un dubbio fallo di Fiori su Ravanelli e a metà del tempo Oliveira firmò il 2-1 storico che spedì i rossoblù in semifinale. Fra i tanti pareggi spicca un altro 2-2, quella del dicembre 1990. Il Cagliari matricola del campionato guidata da Ranieri riuscì a compiere una grande impresa recuperando addirittura uno svantaggio di 2-0 maturato con le reti di Di Canio e Marocchi. Prima della fine del tempo, il difensore Cornacchia accorciò le distanze. E a 17’ dalla fine ecco il miracolo: gol di Cappioli e pareggio del piccolo Cagliari contro la super corazzata bianconera guidata da Maifredi. Un miracolo che il tecnico romano spera di ripetere 33 anni dopo per allungare la serie positiva. Enrico Gaviano

In Primo Piano
L’intervista

Luciana Marotta: «Mio fratello la prima vittima dell’Aids in Sardegna»

di Silvia Sanna
Le nostre iniziative