La Nuova Sardegna

Sport

Respect

Sport in campo al PalaSantoru di Sassari: no al bullismo

Sport in campo al PalaSantoru di Sassari: no al bullismo

Oggi si chiude il progetto promosso da Raimond e Banco di Sardegna. Insieme agli studenti dell’Ic Tola di Sassari anche i giocatori di Torres e Dinamo

05 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Rispettare le regole, rispettare gli avversari, pur mantenendo alto il livello di competitività sul campo. Perché vincere, si sa, piace a tutti. Competizione sana, divertimento e soprattutto “No al bullismo” sono le parole d’ordine che oggi risuoneranno ancora una volta al PalaSantoru di Sassari: a gridarle saranno gli studenti dell’Istituto comprensivo Pasquale Tola, coinvolti per il terzo anno consecutivo dalla Raimond Ego Handball in un progetto ad alto impatto sociale.

Questa mattina nella palestra di via Venezia si svolgerà la giornata conclusiva dell’iniziativa ideata dal club sassarese del patron Andrea Giordo, con in programma il torneo di pallamano delle classi terze della scuola Secondaria: a seguire, tutti in silenzio per ascoltare gli interventi e le testimonianze di un giocatore della Raimond, uno della Dinamo basket e della Torres calcio proprio sul tema del bullismo. Un tema del quale parleranno anche i rappresentanti della Fondazione “Lorenzo Paolo Medas”, che da anni si occupa di inclusione lottando contro il bullismo in ogni sua forma, della “Biblioteca Popolare dello Sport” e della “Associazione Memoria Storica Torresina”, a loro volta presenti sul territorio e promotrici di iniziative volte a favorire la lettura e una pratica sana dello sport e del tifo. Presente anche il Banco di Sardegna, che da tempo affianca la Raimond Ego nell’organizzazione di progetti a sfondo sociale.

La terza edizione del progetto ha preso il via lo scorso mese di settembre, con vari incontri che hanno visto tra i protagonisti sportivi, educatori e insegnanti dell’Ic Pasquale Tola, con in testa la dirigente Maria Grazia Falchi e il docente di educazione fisica William Sciacca.

Nel corso dell’anno scolastico, i giocatori e le giocatrici facenti parte delle squadre della Raimond Ego che militano rispettivamente nella Serie A Gold e nel campionato di Serie A2, si sono impegnate per far conoscere e insegnare la pallamano ai ragazzi. Divisi per classi (prime, seconde e terze), gli studenti si sono sfidati per misurare il loro livello ma, soprattutto, per mandare in scena un’autentica festa di sport.

La finale delle “seconde” è andata in scena il 27 novembre, il 30 si è svolta quelle delle “prime”, mentre oggi, come detto, sarà la volta delle classi terze. Ad assistere al torneo odierno e al successivo mini-convegno contro il bullismo ci saranno anche tutti gli studenti delle classi prime e seconde, una parte dei bimbi delle scuole elementari, oltre ai ragazzi delle “terze”, impegnati nella giornata finale del torneo.

Elezioni regionali 2024
Il voto

Elezioni regionali, i dati sull’affluenza alle 19: 44,1 per cento

Le nostre iniziative