La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Cagliari
Calcio

Per il Cagliari è una trasferta da incubo: la Roma vince 4-0

di Enrico Gaviano
Per il Cagliari è una trasferta da incubo: la Roma vince 4-0

I rossoblù restano pericolosamente nelle zone basse della classifica

05 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Roma Una trasferta incubo per il Cagliari che rimane ancorato nei bassifondi della classifica dopo la pesante sconfitta per  4-0 contro una Roma troppo forte per i rossoblù. Il Cagliari si è fatto male da solo da subito prendendo il primo gol al 2’ di gioco e che già al 23’ era sotto di due reti. C’è stata una timida reazione. In avvio di ripresa il terzo gol su rigore che ha chiuso  definitivamente il match. La Roma non si è fermata. In ogni caso una brutta caduta per la squadra di Ranieri che prende la terza sconfitta di fila e rischia di piombare in una crisi nera se non arriveranno subito risultati positivi.

La cronaca Roma subito in vantaggio al 2’ con Pellegrini: primo calcio d’angolo, Petagna non riesce a controllare il pallone che carambola su Pellegrini che insacca da due passi. Il Cagliari replica subito con Dossena che su calcio d’angolo colpisce di testa ma manda sul fondo.

Scocca il 9’ quando la Roma va vicino al raddoppio: cross di Angelino e deviazione di Cristante che colpisce la base del palo alla sinistra di Scuffet.  Il portiere rossoblù si mette in evidenza dopo bloccando prima una puntata di Lukaku e poi un tiro di El Shaarawy.

Al 23’ Roma al raddoppio con Dybala su azione rapida di contropiede, condotta da Cristante e rifinita da El Shaarawy. La reazione subito su un cross di Nandez che pesca Petagna in area : gorata di testa e palla alta.

Scocca il 43’ quando il Cagliari si fa pericoloso con Lapadula che riceve un lancio lungo, converge verso il centro 3 spara di sinistro trovando Rui Patrizio pronto alla respinta. Allo  scadere del primo tempo l’arbitro concede un rigore al Cagliari che poi con il Var viene annullato : l’azione controversa aveva visto uno scontro fra Llorente e Lapadula.

Il Cagliari inizia bene il secondo tempo ma poi subisce al 50’  il rigore del 3-0 calciato da Dybala e concesso per un fallo di mano in area di Petagna. La serata da incubo prosegue al 59’ con l’ennesimo gol su azione di calcio d’angolo e il gol di testa di Huijsenz lasciato solissimo.

Al 61’ tre cambi di Ranieri che cerca di limitare i danni inserendo Luvumbo, Viola e Gaetano per cercare di avere più proposte in fase offensiva.  Luvumbo si fa vivo al 68’ con un bel tiro ma ancora una volta Rui Patrizio è pronto ancora a respingere.

Nel finale la Roma allenta un po’ la presa e c’è il tempo di vedere l’altro neo acquisto rossoblù Gaetano che prova il tiro per due volte senza trovare lo specchio della porta. Finisce 4-0, davvero una brutta serata.

Roma (4-3-3): Rui Patrizio; Kardsdorp, Mancini, Llorente (55’ Huijsen), Angelino (57’ Kristensen); Cristante, Paredes, L.Pellegrini (55’ Bove); Dybala (73’ Baldanzi), Lukaku, El Shaaravy (55’ Zalewski). A disposizione: Svilar, Boer, Celik, Renato Sanches, Aouar, Pagano, Pisilli, Joao Costa. All. De Rossi.

Cagliari (3-5-2): Scuffet; Mina (67’ Wieteska), Dossena (61’ Gaetano), Obert; Zappa, Nandez (75’ Di Pardo), Prati (61’ Luvumbo, Makoumbou, Azzi (61’ Viola); Petagna, Lapadula. A disp. : Radunovic, Aresti, Deiola, Hatzidiakos, Jankto, Pavoletti, Augello. All. Ranieri.

Arbitro: Marcenaro di Genova

Reti: 2’ Pellegrini, 23’ e 51’ Dybala, 59’ Huijsen

In Primo Piano
Viaggi da incubo

Napoli-Olbia cancellato, il racconto di un passeggero: «Abbandonati da easy Jet senza assistenza»

di Serena Lullia

Video

Salmo libera in mare l'aragosta proposta al ristorante: "Ci siamo guardati negli occhi, non ho potuto mangiarla"

Le nostre iniziative