La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Cagliari
Calcio

L’ultima conferenza stampa di Claudio Ranieri al Cagliari: «Sostenete questi ragazzi»

di Enrico Gaviano
L’ultima conferenza stampa di Claudio Ranieri al Cagliari: «Sostenete questi ragazzi»

«Oggi è stata una giornata diversa, che porterò sempre nel cuore».

23 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Claudio Ranieri va via ma dal microfono in mezzo al manto erboso dell’Unipol Domus lancia una raccomandazione ai tifosi per il futuro. «Continuate a sostenere questi ragazzi, anche nei momenti difficili, soffiategli dietro come avete fatto quest’anno aiutandoci a conquistare la salvezza». Tutto questo prima della conferenza stampa. L’applauso scatta anche fra i giornalisti al suo fianco, all’ingresso in sala. «Scusate il ritardo - inizia - ma è una giornata speciale. Una giornata diversa che porterò sempre nel cuore».

«L’arbitro non voleva fischiare l’inizio. Ci sono stati gli applausi dei giocatori. Però sono arrivati prima gli attestati di tante squadre dove sono stato».

«A ripensarci, a tornare indietro sulla mia decisione ci ha provato prima il presidente. Ma giusto così. Si chiude il cerchio. La vita è così».

«Il messaggio che ho dato ai tifosi di soffiare dietro la squadra. Importante, decisivo poter aiutare la squadra». Finisce qui la mia carriera e posso dire di essere stato fortunato. Prima come calciatore e poi ho provato da allenatore. Mi chiedevo se potessi dimostrare di capire di calcio. Ora posso dirlo, sì di calcio ho capito qualcosa».

Eredità che lascia. «Giulini mette dei soldi in questa squadra. Ma per competere con Parma e con Como, senza scomodare Milan e Juve. È difficile perché quelli hanno un sacco di soldi. Dunque bisogna stare vicini alla squadra. Dagli errori fatti anche il presidente imparerà che si può migliorare. L’importante è che tutto l’ambiente sia vicino alla squadra».

In Primo Piano
L’oro agli Europei

Intervista a Filippo Tortu: «Bandiere sarde e Mattarella, che bello vincere così»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative