Ad Alghero il rap napoletano di Luchè

L’Afa Fest si chiude stasera con l’autore della colonna sonora di Gomorra

ALGHERO. L'inizio dell'autunno sul calendario non significa per Alghero la fine dell'estate per quanto riguarda gli appuntamenti di spettacoli che ogni stagione caratterizzano la città. Arriva infatti l’Afa Fest, acronimo di Art For Alghero. Concerti dal vivo, dj set, artisti locali e internazionali, live painting, mostre fotografiche, writers, mostre artistiche, videoproduzioni, food & beverage, attività ricreative e stand di volontariato per una due giorni di arte, musica e cultura organizzata dalla Consulta Giovani di Alghero.

Dopo la prima giornata di ieri, oggi grande chiusura con tanti appuntamenti. L’artista headliner della serata è Luchè, rapper campano che racconta dall’interno la vita della periferia napoletana. Fondatore del gruppo Co’sang, da anni ormai ha scelto la carriera solista registrando ben tre album, l’ultimo dei quali, grazie al singolo “O primmo ammore” è diventato la colonna sonora di una delle puntate di Gomorra, la fortunatissima serie tv tratta dal bestseller di Roberto Saviano. L’opening spetta invece a due rapper ventenni che arrivano appositamente per l’evento dalla Svizzera, Mattak & Funky Nano, e ad alcuni artisti algheresi: Cronico, Giaff, King Size, Sinapsi, Annunaki & Ubik. Ma l’Afa Fest non propone esclusivamente musica dal vivo, anche le arti visive hanno uno spazio preminente. È stata, infatti, allestita una mostra e durante le due serate andrà anche in scena uno spettacolo di live painting. Serena Mero, Fabrizio Casu e Alessandro Elettiespongono le loro opere mentre il live painting è nelle mani di Roberto Canu, Francesco Cossu e di alcuni writers.

La serata si svolge all’aperto nella suggestiva location de Lo Quarter, in Largo San Francesco, l’apertura delle porte è prevista per le 17.30 mentre i concerti iniziano alle 20.30.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes