Culture resistenti al Karel Music Expo

Dal 21 al 23 novembre il festival cagliaritano. Il 9 anteprima con Perry Frank e Stuart Braithwaite

CAGLIARI. Arte a trecentosessanta gradi con un occhio di riguardo per la musica nella tredicesima edizione del Karel Music Expo. La manifestazione, allestita da Vox Day è stata presentata ieri mattina nel centro culturale Exma, nella stessa location dove, dal 21 al 23 novembre si svolgeranno gli eventi fulcro del cartellone allestito da direttore artistico Davide Catinari. Tra i protagonisti del festival i C'mon Tigre, Julie's Haircut, The Winstons, The Ranch e Alpine Dweller. Musica ma anche installazioni d'arte, cortometraggi, incontri e varie iniziative collaterali.

Un intenso cartello anticipato da un'anteprima, il 9 novembre al Fabrik dove si esibiranno, a partire dalle 21.30, Perry Frank, un progetto di musica ambient, acoustic, psychedelic rock e chillout del musicista e polistrumentista sardo Francesco Perra. Nel secondo set, uno dei nomi di punta del Karel, Stuart Braithwaite, leader, cantante e chitarrista di una delle band più rappresentative del post rock, gli scozzesi Mogwai. Il prezzo del biglietto è di 15 euro più diritti di prevendita mentre al botteghino costerà 20 euro.

Ddal 21, il Kme - festival delle culture resistenti, entrerà nel vivo sul tema “Generazioni”. Un format multidisciplinare che promuove tutte le forme espressive estranee ai meccanismi della grande distribuzione; una vetrina di livello europeo che quest'anno ospita quindici diverse proposte della scena nazionale e internazionale, spaziando come sempre tra i generi e gli stili. In arrivo dalla Penisola i C'mon Tigre (che vede tra le sue fila l'eclettico vibrafonista Pasquale Mirra, una star nel mondo del jazz), La Luna (il 22), i Julie's Haircut (il 21) e The Winstons (il 23), da Malta The Ranch (il 23), dall'Austria gli Alpine Dweller (il 22), dal Regno Unito gli scozzesi Stuart Braithwaite (il 9) e Emme Woods (il 23), l'inglese Joey Collins (il 21) e il gallese Matthew Frederick (il 22). E ci sarà spazio, naturalmente, anche per le proposte targate Sardegna, con Perry Frank (il 9), La Città di Notte (il 21), Luigi Frassetto Quartet (il 23), La Pioggia(il 21) e il duo Nunc (il 22).

Tanta musica, ma non solo: il cartellone propone infatti anche installazioni d'arte a ingresso grauito e visitabili tutti i giorni nello spazio all'aperto dell'Exma, di Daniele Spanò “Fino a qui”, del giapponese Makoto “Codice G.N.R.”, le performance e un'esposizione di lavori di Rugiada Cadoni “Phare-One”. Ancora, una rassegna di cortometraggi (in collaborazione con la Fondazione Sardegna Film Commission, lo Skepto International Film Festival) tutti i giorni alle 19, un incontro-dibattito di astronomia culturale con Agostino Piano (il 23 dalle 17 alle 19), e “Chat, si gira!", uno spettacolo formativo sulle dipendenze dalle nuove tecnologie, dell'educatrice Simona Pinna e dell'associazione Punto a Capo Onlus. Diverse le modalità di abbonamento con numerosi sconti, nel circuito box office. Il programma completo sul sito www.voxday.com.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes