Archeologia, arte e natura da “scoprire” in due weekend

Presentate le Giornate del Fai d’autunno: appuntamenti in tutta l’isola Le iniziative sono dedicate alla fondatrice Giulia Maria Crespi, scomparsa a luglio

SASSARI. La morte di Giulia Maria Crespi non ferma l’azione del Fai, la sua creatura. Anzi, quest’anno le Giornate Fai d’autunno saranno dedicate a lei, la fondatrice, paladina dell’ambiente e dell’arte scomparsa a luglio all’età di 97 anni. Mille aperture in 400 città in tutta Italia, organizzate per la prima volta in due fine settimana, sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 ottobre. Monumenti archeologici, conventi, aree naturalistiche, siti di archeologia industriale, antiche stazioni, fortificazioni costiere e itinerari urbani. All’iniziativa parteciperà anche la Sardegna, seconda casa della Crespi, con dieci siti aperti. A presentare le Giornate è stata ieri la presidente regionale, Monica Scanu, affiancata da Francesca Caldara, property manager del Bene Fai Saline Conti Vecchi, e Alessandro Boccone, dirigente servizio commerciale dell’Arst. Protagonisti insieme alle delegazioni e a i Gruppi sono i Gruppi Fai Giovani, ideali eredi e testimoni dei valori di Giulia Maria Crespi. Tutti i visitatori potranno sostenere il Fai nella sua mission di cura, tutela e valorizzazione, con una donazione - del valore minimo di 3 euro- ma soprattutto potranno iscriversi al Fai sia on line oppure nei diversi siti d’Italia durante l’evento. La donazione on line consentirà, a chi lo volesse, di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, avrà i posti limitati. Anche in Sardegna la manifestazione si articolerà in due weekend. Questo fine settimana sarà aperta al pubblico la Stazione ferroviaria di Tempio, sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Il pubblico potrà accedere agli spazi della stazione - biglietteria, sala d’attesa e pensilina - e all’area di rimessaggio con carrozza passeggeri del primo Novecento, che comprende anche l’officina storica di manutenzione dei treni. Sempre il 17 e il 18, dalle 11 alle 17, sarà possibile visitare le Batterie Talmone di Palau, che faceva parte di un sistema difensivo sorto a fine ‘700 e costituito da una cinquantina tra forti, fortini e batterie militari sparsi nell’arcipelago della Maddalena. Le Batterie sono un Bene Fai come anche le Saline Conti Vecchi di Assemini, aperte sia questo weekend che il prossimo dalle 10 alle 18. Solo questo fine settimana invece sarà aperto il pubblico, dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 17, il Nuraghe Tanca Manna di Nuoro, insieme all’area archeologica di Noddule. Solo domenica dalle 9.30 alle 18 aprono al pubblico a Cagliari l’Ospedale Militare e l’ex Noviziato dei gesuiti, mentre sia sabato che domenica in tre turni (alle 9.30, 11.30 e 17) sarà visitabile sempre a Cagliari la Galleria del Sale. Invece, domenica 25 ottobre dalle 10 alle 15.30 si potrà visitare il Complesso megalitico di Monte Baranta a Olmedo, mentre a Tortolì apre dalle 10 alle 13 la Peschiera di Arbatax. Sabato 24, invece, sia al mattino che nel pomeriggio sarà possibile andare alla scoperta di Arborea. Il Fai invita a verificare sul sito i luoghi aperti nei due fine settimana ed eventuali variazioni di programma in caso di condizioni meteo avverse.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes