Tre tappe Ichnusa alla riscoperta della Sardegna

Uno scorcio di Capo Pecora

L'iniziativa "Il nostro orgoglio" del birrificio più famoso dell'isola: dopo Gorroppu, ecco l'appuntamento del 26 e 27 giugno a Capo Pecora, quindi chiusura a Porto Conte il 10 e 11 luglio

ARBUS. La “riscoperta" di Capo Pecora è al centro della seconda tappa di “Il Nostro Orgoglio”, l’iniziativa che Ichnusa, la birra di Sardegna da sempre impegnata per valorizzare e tutelare la sua Isola, ha messo a punto per l’estate 2021, con esperienze uniche e autentiche che possono fare da volano per la ripresa di territori e comunità locali. Il Nostro Orgoglio vive di sei giornate per riscoprire tre luoghi del cuore della Sardegna e senza tempo, tre murales in loco (o quasi) che nasceranno dall’incontro tra giovani artisti sardi e esperti del territorio – per celebrare le bellezze nascoste e sorprendenti dell’Isola… e bottiglie di birra in edizione limitata con un’etichetta che invoglia a visitarle e (ri)scoprirle.

La tappa di Capo Pecora è in programma il 26 e 27 giugno. Si tratta di un vero e proprio gioiello della Costa Verde e dell’iglesiente, una striscia di granito rosa che si allontana dalla costa per raggiungere il mare cristallino e una vegetazione selvaggia, al confine con Portixeddu, nel comune di Fluminimaggiore e con la spiaggia di Scivu, nel territorio Arburese. Ed è stato selezionato da Ichnusa tra circa 400 “Luoghi del cuore” identificati da 100 giovani sardi, assieme al già visitato il 12 e 13 giugno Canyon di Gorropu, il più grande ok e selvaggio d’Italia e al Parco di Porto Conte, che seduce con il suo mare ma conquista con piccoli e grandi tesori nascosti nell’entroterra, tra le sue pianure sorrette da falesie altissime e imponenti. Quest'ultima tappa, che concluderà l'iniziativa si svolgerà nel week end del 10 e 11 luglio.

Previsti trekking, percorsi a cavallo e in bicicletta per conoscere i luoghi del cuore da riscoprire assieme a guide locali e esperti del territorio. Le iscrizioni su www.birraichnusa.it.  Per celebrare le bellezze naturali della Sardegna, giovani artisti sardi realizzeranno 3 murales a Mamoiada, Arbus e Alghero. E una tradizione sarda diventa così strumento di valorizzazione e riscoperta del territorio. A ritrarre la bellezza di Capo Pecora, l’arte di Mauro Patta.

"Tutto parte da un sentimento che accomuna Ichnusa e i sardi _ si legge in un comunicato dell'ufficio stampa del birrificio _: il rispetto e l’orgoglio per la loro terra, ricca di contrasti, di luoghi unici e diversi, creati dalla natura in un equilibrio che toglie il fiato. Un sentire che in Sardegna attraversa le generazioni: secondo una ricerca sviluppata da Ichnusa, per il 40% dei giovani sardi tra i 18-44 anni le questioni locali hanno un’importanza maggiore di quelle nazionali e 1 giovane sardo su 4 (il 27%) si dichiara impegnato attivamente su questioni e problemi della sua comunità. Non solo: 8 giovani sardi su 10 (contro 7 su 10 dei coetanei del resto del Paese) esprimono il loro amore verso il territorio anche acquistando prodotti locali.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes