La Nuova Sardegna

Gli appuntamenti

A Iglesias un progetto per sensibilizzare le comunità e valorizzare le persone che presentano disturbi dello spettro autistico

di Paolo Camedda
A Iglesias un progetto per sensibilizzare le comunità e valorizzare le persone che presentano disturbi dello spettro autistico

stato presentato nei giorni scorsi a Iglesias "Artismo 23 - L'arte per l'autismo"

01 aprile 2023
4 MINUTI DI LETTURA





Iglesias Dalla conferenza scientifica ai concerti di Ilaria Porceddu, Beppe Dettori e Renzo Cugis, passando per la distribuzione di materiale informativo e le escursioni a piedi, in bici o a cavallo. In occasione della giornata mondiale per la consapevolezza dell'autismo, in programma domani, domenica 2 aprile, è stato presentato nei giorni scorsi a Iglesias "Artismo 23 - L'arte per l'autismo", un progetto per sensibilizzare le comunità e valorizzare le persone con disturbi dello spettro autistico e il loro potenziale creativo. Gli organizzatori dell'associazione iglesiente Amici della Vita Odv, in collaborazione con il Comune di Iglesias e il Consorzio Eventi Co.Event, e il supporto della Fondazione di Sardegna, hanno programmato un ricco calendario di eventi, che coinvolgerà diversi partner. «Ringrazio Amici della Vita - ha detto Angela Scarpa, assessora ai Servizi sociali del Comune di Iglesias - poiché da tantissimi anni si impegnano a far sì che il territorio e la nostra comunità siano il più inclusivi possibile. Lo fanno attraverso iniziative legate ad arte, musica e sport, che diventano strumenti non solo di riscatto sociale ma di inclusione. L'obiettivo è far sì che l'inclusione diventi un meccanismo automatico, scontato e naturale».

Il programma degli appuntamenti. Nella giornata di oggi, nei Comuni partner del progetto, sono state accese le luci blu. "Artismo 23" entrerà quindi nel vivo domani 2 aprile, data in cui ricorre la giornata mondiale della consapevolezza dell'autismo. La mattina, alle 9.30, presso il Centro culturale di via Grazia Deledda, a Iglesias, si aprirà la mostra "Uno sguardo sull'autismo", all'interno della quale saranno esposte le opere realizzate da bambini normodotati e autistici. Alle 10, poi, si apriranno i lavori della conferenza scientifica "L’autismo tra scienza e società: alla ricerca di un’autentica identità", patrocinata dall’Ordine degli psicologi, di cui sarà presente una rappresentanza. Fra i relatori che prenderanno la parola ci sono la professoressa Roberta Fadda dell’Università degli Studi di Cagliari, i dottori Giorgio Madeddu, Laura Zucca e Giuliana Carta, l'assessora ai Servizi Sociali del Comune di Iglesias, Angela Scarpa, e l’insegnante della scuola primaria Christian Castangia. La sera, invece, dalle 17 alle 20.30 spazio alla musica: sono previste le esibizioni del coro Amici della Vita e di una serie di band, composte da ragazzi autistici e normodotati, dei bambini della Scuola primaria di Iglesias e dei tre super ospiti di Artismo 23: il cantautore Beppe Dettori, l’attore e cantautore Renzo Cugis e la cantautrice Ilaria Porceddu, che dopo aver vinto il Festival di Castrocaro ha partecipato a X Factor e al Festival di Sanremo. Il ricco programma avrà infine un seguito il 22 e il 23 aprile. Sabato 22 verrà organizzato un'escursione a piedi o in bici e domenica 23 a cavallo, entrambe in collaborazione con la Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara, altro ente che ha sposato la causa, e con Forestas, che ha donato agli organizzatori una serie di piante che verranno messe a dimora lungo il cammino nelle due giornate. Tutti gli interessati possono rivolgersi all’Associazione Amici della Vita per ulteriori informazioni. Le iniziative erano partite mercoledì e giovedì scorso, a Iglesias e a Cagliari, con una campagna di sensibilizzazione sull'autismo nei mercatini della Biodiversità di Coldiretti, Campagna Amica e Donne Impresa. Per l’occasione sono state distribuite ai presenti delle borse riutilizzabili, contenenti all'interno brochure informative. Altri partner che hanno aderito al progetto sono Acli, Autocoop, Aligo, Ceramiche Onda e Il Girasole. «Artismo, l’arte per l’autismo è un progetto che ci sta molto a cuore poiché è il primo evento che Co.Event ha presentato con Amici della Vita e Fondazione di Sardegna - sottolinea Fabio Bernardini della Co.Event -. Noi gestiamo gli eventi a 360 gradi e questo appuntamento, nato cinque anni fa, permette di mettere in evidenza ciò che i ragazzi possono fare, non ciò che non possono fare, e dà loro voce attraverso l’arte, un mondo libero, accessibile a tutti. Attraverso musica, pittura e fotografia vogliamo te le loro potenzialità. Il 2 aprile è importantissimo, ma l’autismo esiste tutto l’anno e i ragazzi, le famiglie e gli operatori del settore hanno bisogno, ogni giorno, di avere opportunità di crescita e attività da svolgere. Vogliamo creare rete e un movimento culturale e musicale a loro dedicato». Fra le adesioni al progetto anche quella di Elisabetta Secci, presidentessa di Donna Impresa: «Ci sentiamo vicini al tema perché anche noi, pur facendo agricoltura, la facciamo orientandoci verso il sociale e l’educazione alimentare - ha dichiarato -. All'interno dei nostri mercati, attraverso i promotori dell’evento, organizzeremo la distribuzione delle borse con le brochure formative».

La testimonianza. «L’Associazione Amici della Vita è nata 21 anni fa a Iglesias portando la dote personale dell’auto mutuo aiuto - racconta la presidentessa Rosa Pia Congia - e ha fatto sì che le persone con problematiche serie, che non riuscivano a esprimersi fuori dall’associazione, abbiano iniziato a parlare di se stessi con individui con le stesse problematiche. Ci riuniamo due volte alla settimana e dedichiamo una serata all’ascolto è una alla musica e al canto, il nostro piccolo coro ci aiuta a vivere meglio. Organizziamo inoltre concerti dedicati all’inclusione, poiché aiutare gli altri è aiutare in primis se stessi».

In Primo Piano
Strutture ricettive

Lotta al sommerso nel turismo: sul mercato tante offerte sospette

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative