La Nuova Sardegna

dal 2 al 4 febbraio

Teatro, musica e le feste di Carnevale: ecco cosa fare nel week end

di Fabio Canessa
Teatro, musica e le feste di Carnevale: ecco cosa fare nel week end

Amanda Sandrelli al Cine Teatro di Olbia, Aspettando Godot al Massimo di Cagliari, ad Alghero la presentazione di un libro sull’impatto delle nuove tecnologie, Carrasegare a Macomer, al Bocheteatro di Nuoro “Trittico”, al Vecchio mulino di Sassari Rassegna dei Teatri in via di estinzione

01 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





VENERDI’ 2 – Una riflessione sull’amore e sulla vita di coppia: così si presenta “Vicini di casa”, spettacolo con Amanda Sandrelli, Gigio Alberti, Alessandra Acciai e Alberto Giusta in scena alle 21 al CineTeatro di Olbia. Sabato in programma al Teatro Civico di Alghero e domenica al Teatro Costantino di Macomer. – La libreria Azuni a Sassari ospita, alle 18, la presentazione della storia a fumetti horror “L’amara nevicata”, realizzata da Giacomo Pitzalis e Luigi Porceddu. L’appuntamento sarà l’occasione di incontro con due giovani autori, ma anche per parlare di fumetto in Sardegna e produzione indipendente in Italia. – Al Teatro Massimo di Cagliari, alle 20.30, “Aspettando Godot” di Samuel Beckett nella messinscena di Theodoros Terzopoulos con protagonisti Paolo Musio, Stefano Randisi e Enzo Vetrano accanto a Giulio Germano Cervi e Rocco Ancarola. Spettacolo in programma anche sabato e domenica. – Alla libreria Cyrano ad Alghero, alle 19, presentazione dell’instant book di Claudio Simbula “Futuro artificiale”. Una riflessione per cercare di capire meglio l’impatto delle nuove tecnologie su società, persone e lavoro. A dialogare con l’autore, Ignazio Caruso. – A Macomer, alle 19 alla libreria Emmepi, Giovanni Gusai presenta insieme a Roberto Putzulu il suo ultimo romanzo intitolato “Il bordo del mondo”. – Proiezione in anteprima del cortometraggio “La punizione del prete” alle 18 al Cinema Greenwich di Cagliari. Diretto da Francesco Tomba e Chiara Tesser il film è stato girato tra Palau e Luras e ha come protagonisti Massimiliano Caprara e Maurizio Giordo. – L’auditorium dell’Isre a Nuoro ospita, dalle 10, una conferenza aperta sul tema della musica strumentale e vocale tradizionale della Sardegna e della evoluzione delle forme e dei linguaggi che ad essa appartengono.

SABATO 3 – Carrasegare a Macomer con la sfilata delle maschere tradizionali. Il corteo partirà alle 16.30 da Piazza Santa Croce e percorrerà via Eleonora d’Arborea e corso Umberto per concludersi in Piazza Dei Caduti con zippolata e festa finale. – Al Teatro Massimo di Cagliari, alle 18, anteprima del The Jazz Club Network 2024 con il pianista sudafricano Nduduzo Makhathini accompagnato da Zwelakhe-Duma Bell Le Pere, contrabbasso, e Francisco Mela, batteria. La domenica, alle 19, al Vecchio Mulino di Sassari. – Rassegna Teatri in via d’estinzione allo Spazio Bunker a Sassari. Alle 21 “Studio notturno per sonnambulismo” di e con Marco Noce e Stefano Giaccone: una lettura a due voci di un poema di Enrico Sanna. In programma anche il giorno dopo, alle 19.

DOMENICA 4 – Il giovane, ma già affermato coreografo napoletano Adriano Bolognino firma “Trittico”, in programma alle 20.30 al Teatro Bocheteatro di Nuoro. Sotto i riflettori le danzatrici Rosaria Di Maro, Roberta Fanzini e Noemi Caricchia. ¬ – Raduno bandistico a Tempio per l’apertura del Carrasciali. Partendo da vie differenti del centro storico alle 10.30, le diverse bande partecipanti convergeranno tutte in piazza XXV Aprile dove si esibiranno sul palco. Alle 17 prevista poi la grande parata di tutte le bande che, insieme, formeranno una banda unica composta da circa duecento musicisti.

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative