La Nuova Sardegna

La competizione

Campionato mondiale della pizza, in Sardegna trionfa il sassarese Matteo Sanna

Campionato mondiale della pizza, in Sardegna trionfa il sassarese Matteo Sanna

Il titolare dell’Era della pizza di Li Punti andrà in finale a Pomezia con altri sei classificati sardi

13 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cabras È il sassarese Matteo Sanna, titolare della pizzeria L’Era della Pizza a Li Punti, il pizzaiolo campione assoluto della "Pizza Mediterranea Cup", la tappa sarda del Campionato mondiale della pizza. Dopo il convegno che ha caratterizzato la giornata di martedì, ieri si è disputata nel centro polivalente di via Tharros la gara vera e propria, che ha visto competere per sei diverse categorie 35 pizzaioli provenienti da tutta la Sardegna: pizza classica, pizza in pala, pizza napoletana, pizza innovativa contemporanea, pizza senza glutine e la new entry pisarda, così chiamata perché ottenute con i grani della filiera locale e farcite con i prodotti agroalimentari delle aziende del territorio.

Matteo Lai ha vinto nella categoria pizza classica, Marcello Melis nella categoria pizza in pala, Antonio Pellecchia nella pizza napoletana, Paolo Paolillo nella pizza innovativa contemporanea, Ivano Giuffrida nella Pizza senza glutine e la cabrarese Rosy Circu nella pisarda, con una proposta a base di melone del Sinis e bottarga. L'introduzione di quest'ultima categoria è stata resa possibile dalla produzione di una farina sarda di grano tenero adatta alla preparazione delle pizze da parte della ditta Sardo Sole di Enrico Lepori. A valutare e degustare le varie pizze una giuria di esperti, presieduta dalla chef stellata Mamma Flavia.

Il vincitore assoluto Matteo Sanna e tutti i vincitori delle varie categorie hanno ottenuto il pass per gareggiare a inizio ottobre a Pomezia, in provincia di Roma, alle finali della Coppa del Mondo della pizza, che assegneranno il titolo iridato. «Buona la prima – ha commentato il sindaco Andrea Abis – nonostante le difficoltà legate ai guasti elettrici, indipendenti da noi. E tante congratulazioni alla nostra pizzaiola, che ci rappresenterà a Pomezia».

La realizzazione della tappa sarda del Mondiale della pizza, fortemente voluta dal Gal del Sinis, mira a promuovere il patrimonio gastronomico del territorio, le sue bellezze naturali e culturali, i prodotti d'eccellenza e il turismo sostenibile. I prodotti delle aziende locali della filiera del riso, dell'olio, del grano e del vino sono stati protagonisti della due giorni con un'esposizione in stand dedicati.

«Le ringrazio perché hanno reso possibile l'evento – ha detto il Direttore del Gal, Cristiano Deiana – e un pensiero speciale va a "Sa Marigosa"». La "Pizza Mediterranea Cup" è promossa dall'Aps "Antichi mestieri rurali del Sinis", in collaborazione con il Gal locale, la Fondazione Mont'e Prama, il Comune, Sinis Agricola, Sardo Sole e la Filiera del grano duro coltivato e trasformato in Sardegna, Molino 5 stagioni, Pizza Style Folliero e Mondo Pizza Cauli. (pcam)

In Primo Piano
Trasporti

Il volo Napoli-Alghero cancellato nella notte, Ryanair lascia i passeggeri a terra

di Enrico Carta
Le nostre iniziative