La Nuova Sardegna

L’appuntamento

Torna la “Sagra della cipolla dorata”: ospite d’onore Gianfranco Zola

Torna la “Sagra della cipolla dorata”: ospite d’onore Gianfranco Zola

Il 20 e 21 luglio a Banari la consegna del premio al calciatore «per aver fatto onore all’immagine della Sardegna nel mondo»

08 luglio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Banari  Due giornate per celebrare, attraverso un bulbo dorato dalle mille proprietà, un evento dedicato alla gastronomia, all’arte, alla musica e all’ambiente, con l’obiettivo di promuovere le eccellenze del territorio facendo cultura. Il 20 e 21 luglio ritorna a Banari la “Sagra della cipolla dorata”, un appuntamento imperdibile per gli appassionati di finezze culinarie, desiderosi di sperimentare le possibilità di utilizzo di questo prodotto immancabile in cucina, il cui sapore dolce e amabile lo rende adatto a innumerevoli utilizzi.

L’iniziativa è organizzata dalla Proloco in collaborazione con il Comune di Banari e con il Patrocinio della Regione Sardegna, rientrando nel circuito Salude&Trigu della Camera di Commercio di Sassari. Il programma è stato presentato oggi, 8 luglio, nella sede dell’ente camerale da Danilo Spano dell’ufficio progetti strategici, dalla presidente della Proloco, Luciana Sassu, e dal sindaco Francesco Basciu, che hanno annunciato l’assegnazione del Premio Cipolla Dorata 2024 a Gianfranco Zola.

La manifestazione sarà arricchita da numerosi allestimenti artistici. Oltre venti studenti dell’Accademia di Belle Arti di Sassari renderanno omaggio alla cipolla attraverso opere tematiche e installazioni suggestive. Il fotografo e architetto Mario Villa presenterà i suoi scatti nella mostra "Feminas B&W" che vede protagoniste le donne sarde in una personale visione in bianco e nero. Il pittore Luigi Carta esporrà i suoi oli nella mostra “Al Chiaro di Luna”.

Giovanna Licheri presenterà il nuovo spazio d'arte “Carta Creations & Design” dedicato all'opera di Giuseppe Carta, in cui le creazioni dell'artista si uniscono all’ambiente e alla natura circostante. La sagra prenderà il via sabato alle 11 del mattino in Piazza Umberto con la presentazione del libro “Grazia Deledda e il cibo”, occasione per allestire un simposio in compagnia dell’autore Giovanni Fancello che, assieme alla giornalista Sara Chessa, tratterà il tema della cipolla come alimento quotidiano. Alle 12.30 in Piazza della Palma sarà il momento del Laboratorio del gusto DOC realizzato in collaborazione con Slow Food. Le proposte culinarie dello chef Mauro Solinas diventeranno opportunità per degustare e conoscere le tecniche e il contesto culturale in cui nasce la cipolla dorata, esaltando i sapori più caratteristici e abbinandola ai vini DOC del territorio e ad altri prodotti tipici. Nel pomeriggio alle 18 la Coldiretti regionale predisporrà una Tavola rotonda rivolta alla promozione, presentazione e vendita dei prodotti del territorio. Alle 18.30 uno spazio sarà dedicato alle “Erbe in Sardegna” per un’esperienza sensoriale alla scoperta del mondo delle erbe sacre e delle piante più particolari dell’isola.

Alle 19 sarà il momento della cerimonia di consegna del Premio Cipolla Dorata di Banari 2024 a Gianfranco Zola, per aver fatto onore all’immagine della Sardegna nel mondo. Altre premiazioni saranno assegnate a chi abbia saputo valorizzare la cipolla di Banari e al produttore del bulbo più grande.

La serata proseguirà con l’inaugurazione ufficiale degli stand enogastronomici alla presenza delle autorità e l’esibizione del coro “Su Cuncordu Banaresu”. Dalle 21 musica dal vivo con i Gonzales e dalle 23 DJ set con Martina Cannas. Domenica 21 luglio alle 8.30 partiranno escursioni in mountain bike e a piedi, seguite dal Baby Master Chef alle 11.30. La manifestazione si concluderà alle 12.30 con il pranzo in piazza. Per partecipare al laboratorio del gusto e alle escursioni è possibile prenotare online sul sito www.sagracipollabanari.it.

In Primo Piano
Il caso

Riprendono le ricerche di Francesca Deidda: dopo il ritrovamento di accappatoio e byte dentale nella zona di San Vito in azione i sommozzatori

di Luciano Onnis
Le nostre iniziative