La Nuova Sardegna

La Nuova @ Scuola
La Nuova @ Scuola

Jannik Sinner, con l’incredibile rimonta australiana il tennista 22enne entra nella storia

di Nicholas Pinna *
Jannik Sinner, con l’incredibile rimonta australiana il tennista 22enne entra nella storia

L’Italia ha seguito col fiato sospeso l’incontro e ha tremato nei primi 2 set, ma al terzo ha visto che è nata una stella

06 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





È sabato, tutta l’Italia è pronta per quella che si configura come l’occasione della vita di un 22enne che rappresenta l’Italia in uno dei 4 Grand Slam di tennis. Lo slam è l’Australian Open. Dopo un torneo giocato ad altissimo livello, Jannik Sinner arriva alla semifinale e sulla sua strada trova il numero 1 del mondo Novak Djokovic che insegue il 25esimo Grand Slam della sua carriera. Sinner è fenomenale nei primi due set, dove si impone per 6-1 6-2, perde però il terzo set al tiebreak 7-5, ma nel quarto si riprende ed impartisce una lezione di tennis al numero uno del mondo, il quale viene battuto 3-1 dal talento italiano. Sinner è in finale, di fronte a lui trova il russo Daniil Medvedev numero 3 del mondo. Sinner si trova alla sua prima finale di un Grand Slam, lo si può notare dall’andamento dei primi due set dove il talento italiano appare contratto e si consegna ai violenti colpi di Daniil Medvedev. Il russo ha ormai la vittoria in tasca, in quanto nei Grand Slam che si gioca sulla vittoria di 3 set su 5, ma il terzo set cambia le carte in tavola. Sinner dopo qualche game ancora non al massimo, si gira verso il suo allenatore e con l’espressione «sono morto» fa tremare milioni di italiani, dopo qualche consiglio del suo allenatore Vagnozzi, Jannik non sbaglia più un colpo e si porta a casa il terzo set, ma la strada per ribaltare il match è ancora lunga. Sinner colpo su colpo porta a casa il secondo set.

Quinto e decisivo set, Sinner è riuscito a portare l’inerzia del match dalla sua parte e Medvedev non riesce a reagire ai violenti colpi e alle magie del tennista altoatesino; siamo 5 game a 3 per Sinner e 40-30 per il tennista italiano, questo significa che Jannik si trova ad un solo punto dal trofeo; dopo un servizio violentissimo ed una risposta un po’ contratta di Medvedev e dopo un paio di colpi, Jannik Sinner sferra un potente lungo linea che abbatte il muro difensivo del tennista russo. Jannik Sinner con un'impresa storica batte il numero 3 al mondo e a soli 22 anni vince il suo primo Grand Slam. La storia è stata scritta e il talentuosissimo tennista italiano non ha intenzione di fermarsi, la carriera è destinata ad essere ricca di vittorie e trofei, la prima posizione del ranking è ormai vicina e chissà che nell’anno delle olimpiadi Jannik non ci regali anche l’oro olimpico, perché con Sinner sognare è un dovere e i milioni di appassionati lo sanno e confidano in lui per riportare la bandiera italiana ad alti livelli; intanto ci godiamo l’impresa compiuta agli Australian Open sapendo che questo è solo l’inizio e l’ormai ufficiale nascita della stella di Jannik Sinner.

*Nicholas è uno studente dell’IIS Pischedda di Bosa
 

Elezioni regionali 2024
Il voto nell’isola

Elezioni regionali: la proclamazione a marzo, la prima seduta del Consiglio all’inizio di aprile

Le nostre iniziative