La Nuova Sardegna

La Nuova @ Scuola
La Nuova @ Scuola 

Riccio di mare a rischio: ristoratori la sostenibilità entri nei vostri menù

di Michele Porcheddu*
<usng-titolo-spec>Riccio di mare a rischio: ristoratori la sostenibilità entri nei vostri menù</usng-titolo-spec>

Ecologia marina: la riduzione delle popolazioni di ricci può influenzare negativamente le risorse ittiche e compromettere la sicurezza alimentare delle popolazioni costiere, coinvolgere le comunità locali nella gestione sostenibile delle risorse marine è fondamentale 

08 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Negli ultimi anni, è emersa una crescente preoccupazione riguardo alla scomparsa del riccio di mare. Questi affascinanti invertebrati, noti per le loro spine e il ruolo cruciale negli ecosistemi marini, stanno scomparendo a un ritmo preoccupante, sollevando interrogativi cruciali sulla salute degli oceani e sull’equilibrio ecologico. Il riccio di mare svolge un ruolo chiave nella catena alimentare. La sua popolazione sta diminuendo rapidamente, a causa di una combinazione di fattori antropogenici e cambiamenti ambientali. L’inquinamento marino, compreso quello da plastica, e la pesca intensiva sono tra le principali minacce per i ricci di mare. Le pratiche di pesca distruttive, come il dragaggio dei fondali marini, possono danneggiare il loro habitat e compromettere la loro sopravvivenza. Inoltre, i cambiamenti climatici stanno influenzando la temperatura e l’acidità dell’acqua, creando condizioni sfavorevoli per la crescita e lo sviluppo di queste creature marine. La scomparsa del riccio di mare non è solo una questione ambientale, ma ha anche implicazioni per le comunità locali che dipendono dalla pesca sostenibile.

La riduzione delle popolazioni di ricci può influenzare negativamente le risorse ittiche e compromettere la sicurezza alimentare delle popolazioni costiere. Per invertire questa tendenza, è necessario adottare misure di conservazione mirate. Ciò include la regolamentazione della pesca, la creazione di aree marine protette e sforzi per ridurre l’inquinamento marino. Coinvolgere le comunità locali nella gestione sostenibile delle risorse marine è fondamentale. Solo attraverso sforzi congiunti possiamo sperare di preservare la biodiversità marina e garantire la prosperità delle generazioni future.

Mi rivolgo a voi del settore enogastronomico: il riccio di mare sta scomparendo una crisi ambientale che richiede la vostra attenzione. Scegliete fornitori che praticano la pesca sostenibile, contribuendo a preservare gli ecosistemi marini. Integrare opzioni di menù sostenibili non solo risponde a una richiesta crescente da parte dei clienti, ma educare sulla pesca responsabile è fondamentale. Considerate anche partnership con organizzazioni ambientali, supportando progetti di conservazione marina. La vostra influenza nel mondo culinario può trasformarsi in una forza positiva per proteggere il riccio di mare e la diversità marina. Il vostro impegno oggi contribuirà a garantire un futuro sostenibile per il settore gastronomico e l’ambiente.

*Michele frequenta l’Ipsar di Alghero
 

Elezioni regionali 2024
Il voto

Elezioni regionali, i dati sull’affluenza alle 12: 18,4 per cento

Le nostre iniziative