La Nuova Sardegna

La Nuova @ Scuola
La Nuova @ Scuola

Consumismo male collaterale dei rapporti basati su fama e denaro

di Giorgia Piras*
Consumismo male collaterale dei rapporti basati su fama e denaro

Le responsabilità dei social

04 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Si sente sempre più parlare di salari non adeguati ai tempi vigenti, è vero che in Italia gli stipendi non sempre sono adeguati al costo della vita pertanto molte famiglie vivono un disagio economico. Ma c’è anche chi sostiene che sono le nostre esigenze a non essere adeguate ai salari perché sempre più improntate sull’acquisizione di beni materiali non necessari e costosi, solo per soddisfare la necessità di apparire e sfuggire al senso di inadeguatezza provocato dalla loro mancanza.

Sono questo tipo di esigenze superflue ad essere entrate prepotentemente negli standard da acquisire della nostra società, propagandate in modo martellante dai social media che, presentandoci vite eccezionali, con auto, case da favola, viaggi da sogno, fanno apparire i beni materiali come le cose più importanti della vita.

Bisognerebbe ricordare invece che gli ideali autentici sono quelli che si concretizzano nella famiglia e nei rapporti umani, nel piacere di stare insieme realmente, nella propensione alla solidarietà e fratellanza, valori, questi, che non hanno prezzo e che non comportano un costo.

Ormai quello che molti giovani cercano sono ricchezza, fama e possesso di beni materiali che stanno prendendo il sopravvento e svuotando le anime degli uomini e delle donne che arrivano a mercificare anche i propri sentimenti.

Il potere del danaro è talmente smisurato che, a livello planetario, non riusciamo a porre un rimedio concreto al riscaldamento globale, male del Secolo, perché molte Nazioni non sono disposte a rinunciare agli introiti economici dati dallo smercio di combustibili inquinanti.

La storia ci ha consegnato molti esempi di inversione di tendenza, attendiamo un cambiamento che possa uniformare il nostro modo di essere e i nostri comportamenti ad uno stile di vita virtuoso e morigerato.

*Giorgia frequenta il liceo classico all’IIS “G.A. Pischedda” di Bosa


 

In Primo Piano
Il rogo

Usellus, il maestrale spinge l’incendio verso l’altopiano della Giara: in azione 4 canadair

Le nostre iniziative