Riqualificazione da 2 milioni? È ancora tutto fermo al 2008

ALGHERO. I due incendi che hanno interessato l'ex campo Rom e i locali dell'ex hotel Bellavista creano ancora una volta inquietudine e rabbia nei residenti di Fertilia. Vivere con la bomba...

ALGHERO. I due incendi che hanno interessato l'ex campo Rom e i locali dell'ex hotel Bellavista creano ancora una volta inquietudine e rabbia nei residenti di Fertilia. Vivere con la bomba ecologica dell'ex campo Rom da sempre sito certificato di inquinanti pericolosi e con un centro storico pieno di immobili pubblici abbandonati e continuamente bersaglio di vandali non fa certamente dormire sonni tranquilli. «Da anni si parla di riqualificazione urbana e riuso turistico della borgata, ma dal passaggio dei beni demaniali dallo Stato alla Regione Sardegna, sono passati già otto anni esatti – chiosa un abitante sotto i portici di via Pola – era infatti l'aprile del 2008. Nulla o quasi è cambiato e i passaggi burocratici che si compiono continuano ad essere alla moviola».

Si parla sempre dei 2 milioni di euro per il progetto di riuso turistico finanziato dall'allora giunta Soru, ma ancora oggi si rimane imbrigliati nelle questioni di ordine progettuale ed in più o meno sotterranei interessi speculatori che sembra stiano strisciando nell'apparente silenzio delle vie di Fertilia. E ancora dopo lo straordinario risultato dello sgombero del campo Rom ancora oggi si attende la bonifica della pineta dalle tonnellate di rifiuti che peraltro nel disinteresse generale vengono periodicamente rimpinguati. Fertilia, città di fondazione gode ancora oggi di una buona qualità di vita urbana e il suo nucleo storico seppure in grande parte abbandonato è tuttavia rimasto abbastanza preservato, ma esistono tante aree decisamente appetibili sotto il profilo della speculazione edificatoria. Interessi di questo tipo starebbero dunque serpeggiando tra via Lungomare Rovigno, via Fiume, via Zara. «Occorre mantenere alta l'attenzione – dicono i residenti – per fortuna su questo aspetto il comitato di quartiere sta vigilando». Vero è che Fertilia ha bisogno di sviluppo e crescita e quindi un no a prescindere di fronte ad una crescita urbanistica sarebbe deleterio: gli interventi dunque dovranno essere rispettosi del valore storico e architettonico della città di fondazione.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes