AAA il Comune cerca dirigenti

Negli ultimi mesi quasi tutti i “quadri” hanno lasciato Sant’Anna

ALGHERO. AAA Cercasi dirigenti disperatamente. Al Comune di Alghero scarseggiano figure apicali. Seguendo un filone che ha caratterizzato l’intero mandato, negli ultimi mesi quasi tutti i “quadri” hanno deciso di cambiare aria. Un segnale che quantomeno fa riflettere. Al contrario di Giuni Russo, gli inquilini di Sant’Anna vogliono andare via da Alghero. L’ultima in ordine di tempo è Francesca Caria. L’attuale vicesegretaria generale ha protocollato una richiesta di nulla osta incondizionato alle procedure di mobilità. Francesca Caria attende una risposta con urgenza. «L’istanza di mobilità cui si riferisce la presente richiesta ha scadenza il giorno 17 maggio 2018 alle 12», spiega nella missiva al sindaco Mario Bruno e al segretario generale Luca Canessa. Il primo addio dall’inizio dell’era Bruno è stato quello del segretario generale Antonino Puledda. Quando Bruno ha varcato la soglia di Sant’Anna, i dirigenti erano Francesca Caria, Giovanni Spanedda, Giansalvo Mulas e Guido Calzia. Nella seconda parte del 2014 è arrivato Franco Satta: doveva stare tre anni ma è tornato a Porto Torres un anno prima. Nello stesso periodo era stato promosso sul campo anche Alberto Marrone, che però poi è tornato a fare il funzionario e a fine 2017 ha seguito Satta a Porto Torres. Dopo l’addio di Puledda, il segretario è stato Salvatore Masia, in distacco dalla Provincia di Sassari. A fine 2015 è arrivato Luca Canessa e Masia è andato a fare il dirigente. Quando Bruno ha deciso di procedere con la seconda rivoluzione della struttura, è arrivato Michele Saglioni. Ma negli ultimi mesi la porta scorrevole del Comune di Alghero ha assistito solo a partenze. Prima Saglioni, tornato vicino a casa, in Emilia, poi Masia, rientrato in Provincia, poi Spanedda, in Regione, e ora Caria, la cui destinazione è sconosciuta. Restano solo Mulas, Calzia e Massimo Ledda, promosso dirigente dei Lavori pubblici. (g.m.s.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes