Caso Punta Giglio: oggi dibattito all’Ente Parco

Il progetto di riqualificazione dell’ex area militare è tra i punti all’ordine del giorno dell’assemblea

ALGHERO. Il dibattito sulla riqualificazione dell’ex installazione militare di Punta Giglio, al centro di roventi polemiche tra ambientalisti e schieramenti politici, arriva oggi sul tavolo dell’Ente Parco di Porto Conte.

L’argomento infatti è stato inserito nell’ordine del giorno dell’assemblea convocata per questo pomeriggio alle 16 e alla quale sono stati invitati anche i ragazzi della Coop “Il quinto elemento”, titolari dell’esecuzione dei lavori. La seduta si svolgerà in modalità a distanza e potrà essere seguita on-line dal canale You Tube del Parco di Porto Conte. La tutela dell’ambiente verrà esaminata anche in un altro punto all’ordine del giorno, il “danno ambientale verificatosi nell’area dell’ex-Hotel Capo Caccia con la definizione dell’Atto di indirizzo”. Quest’ultimo caso riguarda il sequestro disposto dalla Forestale del cantiere della struttura alberghiera, dove i lavori attorno all’ex hotel si erano tradotti in un disboscamento selvaggio che ora renderà necessario, secondo le disposizione del settore Ambiente del Comune di Alghero «la riqualificazione dell’area della superficie di circa 5000 mq, mediante rimboschimento con una copertura arborea forestale minima dell’85%». All’ordine del giorno anche la “proposta e approvazione del regolamento di esecuzione e di organizzazione dell’Area Protetta Capo Caccia-Isola Piana”.

È chiaro però che il tema caldo sarà quello di Punta Giglio e di un intervento, nato alla fine del 2017 con la giunta Bruno, al centro adesso di pesanti contestazione da parte di un comitato e che ha anche visto lo scontro fra diverse forze politiche cittadine. Nei giorni scorsi c’è stata anche un’ispezione da parte degli uomini del Corpo Forestale, che hanno trovato perfettamente rispondente alle indicazioni i lavori finora svolti.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes