«I medici sono al concorso, operazioni sospese»

La denuncia del centrosinistra: «Sale chiuse fino a giovedì per problemi organizzativi, una vergogna»

ALGHERO. Sino a giovedì mattina attività chirurgica sospesa all'ospedale civile algherese. A renderlo noto sono i consiglieri comunali di centrosinistra che in una nota definiscono la situazione tragica.

«Siamo ad Alghero. Se, in questi giorni, qualcuno malauguratamente dovesse rompersi una milza, potrebbe non arrivare per tempo a Sassari o a Ozieri. Sì, perché la Asl di Sassari - scrivono i consiglieri di minoranza - ha deciso che, da domenica sera e fino a giovedì mattina, l'attività chirurgica, anche in emergenza-urgenza, è sospesa. Chiusa».

Il comunicato a firma di Gabriella Esposito, Mario Bruno, Pietro Sartore, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras, Valdo Di Nolfo e Mimmo Pirisi, prosegue evidenziando che «anche se servissero consulenze urgenti, magari per ricoverati in altri reparti, non ci sarebbe nessuno. Le cause sarebbero da addebitare a problematiche organizzative conseguenti alla partecipazione di dirigenti medici a un concorso. Quindi anche se c'è un'emergenza, ad Alghero, fino a giovedì non si opera e non si prestano consulenze chirurgiche. Si arrangi, chi può. I pazienti - fanno sapere - verrebbero trasportati all'Aou di Sassari o a Ozieri, pregando qualche Santo che si faccia in tempo per la loro vita. Se la situazione non fosse tragica, ci sarebbe da chiedere al Sindaco di fare un'ordinanza perché nessuno abbia necessità di interventi urgenti e intimando di non ammalarsi almeno fino a giovedì. Invece c'è poco da scherzare. Riteniamo - conclude l'opposizione di centrosinistra - ci possano essere, probabilmente, gli estremi per l'interruzione di pubblico servizio e, in ogni caso, ci pare che la situazione dei nostri ospedali, anche con queste scelte organizzative discutibilissime, meriti da parte del sindaco Conoci, responsabile della salute in città, interventi seri e decisi. Improrogabili». (n.n.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes