Posidonia, via al bando da cinque milioni di euro

Pubblicato dal Consorzio industriale provinciale, offerte entro il 6 settembre Il sindaco Conoci: «Da problema a occasione di lavoro e sviluppo per il territorio»

ALGHERO. É stato pubblicato dal Consorzio Industriale Provinciale di Sassari il bando da quasi 5 milioni di euro per l'impianto di trattamento della posidonia spiaggiata e dei rifiuti provenienti dallo spazzamento delle strade che sorgerà nella zona industriale di San Marco, su un'area di quattro ettari.

Un bando tanto atteso le cui offerte dovranno pervenire entro le 13 del prossimo 6 settembre, con apertura delle buste due giorni dopo. Un passo decisivo verso la soluzione del problema posidonia sul litorale algherese che prevede anche il trattamento dei rifiuti provenienti dallo spazzamento stradale. L'impianto, di potenzialità massima pari a 30.000 t/anno, di cui 10.000 t/anno per i rifiuti provenienti dallo spazzamento stradale e 20.000 t/anno per la posidonia spiaggiata, consentirà il recupero del materiale inerte dalla frazione di spazzamento stradale con immissione nel mercato dell'edilizia e la separazione della sabbia dai rifiuti spiaggiati, per un successivo ricollocamento negli arenili di provenienza. Per quanto riguarda i rifiuti da spazzamento stradale, il trattamento consentirà di recuperare materiali come sabbia, ghiaino e ghiaietto, riutilizzabili nell'ambito dell'edilizia civile. Nell'ambito del processo di trattamento, si otterranno altresì alcune tipologie di rifiuti, tra cui possono indicarsi tra le principali fanghi disidratati, residui di natura organica, rifiuti misti.

«La posidonia spiaggiata ha sempre causato problemi di immagine in passato sul quale abbiamo deciso di intervenire insieme a Consorzio, Regione e Provincia – ha detto il sindaco Mario Conoci – ma ora questi problemi diventare un'opportunità con la creazione di nuovo sviluppo e nuovi posti di lavoro». Un progetto innovativo che servirà l'intero nord ovest sardo garantendo economicità e, allo stesso tempo, salvaguardia ambientale. Lo scorso anno era stato siglato l'accordo di programma tra Comune di Alghero, Consorzio Industriale Provinciale di Sassari, Provincia di Sassari. Una firma definita storica per la soluzione dello smaltimento della posidonia che sul litorale algherese è abbondante, era stato sottolineato allora dal sindaco Mario Conoci, dal presidente del Consorzio Industriale Valerio Scanu, il commissario provinciale Pietrino Fois e l'assessore comunale all'ambiente Andrea Montis. Nel frattempo, in attesa di sapere posidoniaquale ditta si aggiudicherà l'appalto da quasi 5 milioni di euro, per la realizzazione dell'impianto a San Marco, proseguono i lavori di pulizia degli arenili. In questi ultimi giorni è stato incrementato il servizio con il raddoppio dei mezzi a disposizione e si sta ripulendo, in particolare, l'area di San Giovanni limitrofa alla base del Molo Rizzi e viene depositata vicina allo sbocco del canalone. Infine tra qualche giorno camion carichi di posidonia partiranno diretti all'impianto di Quartu Sant'Elena per il recupero della sabbia che sarà poi restituita al litorale di provenienza così come era stato fatto agli inizi del 2019.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes