«La situazione di Medicina al Civile è scandalosa»

Il centrosinistra polemico sulla sanità: assurdo che nel reparto siano rimasti soltanto due medici

ALGHERO. «La situazione del reparto di Medicina dell'ospedale civile di Alghero è scandalosa, il sindaco chieda immediatamente nuovo personale medico». A chiederlo sono i consiglieri comunali di centrosinistra Mario Bruno, Gabriella Esposito, Pietro Sartore, Raimondo Cacciotto, Ornella Piras, Valdo Di Nolfo e Mimmo Pirisi.

Gli stessi rappresentanti di una parte dell'opposizione (manca la firma delle due consigliere del Movimento 5 Stelle ) sostengono che «serve una mobilitazione senza precedenti». Secondo i firmatari della nota «È insostenibile che due medici rimasti in organico, con turni diurni di 12 ore e con un solo riposo, possano far fronte ad un reparto al collasso. Ne va della sicurezza e della salute dei pazienti e dello stesso personale medico e infermieristico. In gioco la vita delle persone». Si sollecita «un confronto serrato con la Regione per risolvere la problematica dei nostri ospedali e soprattutto dell'unità complessa di Medicina, dove al 3 settembre vi erano quattro medici in servizio, ridotti poi a tre, e quindi ora a due, per malattie degli stessi medici che hanno portato la Asl a ricorrere alla copertura dei turni di guardia notturna attingendo dalle altre strutture dell'ospedale e del reparto covid. Una situazione incresciosa, tra medici che si ammalano, dirigenti che si dimettono, specialisti in altre discipline che non svolgono con serenità il loro lavoro, costretti a sobbarcarsi anche il lavoro notturno in medicina che comporta competenze internistiche non sempre presenti». La nota prosegue poi mettendo in evidenza una situazione definita «indescrivibile, che mette in seria discussione la capacità organizzativa, con ripercussioni sulla cura delle persone più fragili. Le dimissioni della responsabile di medicina, alla quale hanno fatto seguito le malattie dei medici, la dimissione poi rientrata, come da copione, del direttore facente funzioni del presidio, l'affidamento del reparto al dottor Tucconi che deve dividersi fra Alghero e Ozieri, essendo anche responsabile della unità complessa di Medicina del “Segni”, la dicono lunga sul caos al quale bisogna mettere la parola fine ». Il centrosinistra punta il dito contro la politica sanitaria regionale chiedendo ai rappresentanti delle istituzioni di attivarsi con maggiore forza e convinzione.(n.n.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes