Mensa scolastica, polemica sul centro di cottura

Per la commissione consiliare il servizio è molto efficiente, mentre l’opposizione evidenzia criticità

ALGHERO. «Il nuovo “centro di cottura” della mensa scolastica procede in piena efficienza». Così il presidente della quarta commissione consiliare, Peppinetto Musu, dopo il sopralluogo effettuato insieme agli altri componenti la commissione e all’assessora Maria Grazia Salaris. «Un centro di cottura – fa notare Musu – che la città ha ora in dotazione in sostituzione del precedente, vecchio di oltre trent’anni. Dopo una fase iniziale che ha mostrato all’esordio alcuni problemi sui quali l’amministrazione ha posto l’attenzione per una immediata soluzione, ora l’attività procede con piena efficienza».

Non è dello stesso avviso il consigliere di opposizione Valdo Di Nolfo che, invece, evidenzia una serie di criticità: «I locali sono sottodimensionati per la mole di lavoro che deve svolgere. Resta da completare l’impianto di aerazione in entrata che manca completamente, così come mancano i carrelli scaldavivande nelle scuole, nell'offerta di Serenissima ne sono previsti ben 20, mentre ad oggi gli unici utilizzati sono di proprietà dell’ente pubblico». A Di Nolfo replica ancora Musu che ribatte precisando che «il centro è perfettamente operativo, nuovo e con moderne attrezzature. Contiamo su una ulteriore attività di perfezionamento di alcuni aspetti tecnici di dettaglio, non determinanti sulla qualità del servizio, sui quali ovviamente vigileremo».

Il nuovo appalto prevede alcuni aspetti migliorativi inseriti nell'offerta, tra cui l’utilizzo dei carrelli termici tarati secondo le esigenze delle scuole e di determinati plessi scolastici. Una soluzione prevista, in corso di attuazione. «Ogni aspetto tecnico, ogni eventuale criticità – conclude Peppinetto Musu – è tuttavia costantemente sotto l’attenzione del responsabile del procedimento che quotidianamente al compito di effettuare verifiche». (n.n.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes