alghero
cronaca

Sfumano i fondi Pnrr per la riqualificazione Fertilia dovrà aspettare

ALGHERO. Svanisce, per il momento, il sogno di Fertilia di avviare il recupero di diversi edifici storici con i fondi del Pnrr per la manifestazione d'interesse per la rigenerazione culturale,...


16 marzo 2022


ALGHERO. Svanisce, per il momento, il sogno di Fertilia di avviare il recupero di diversi edifici storici con i fondi del Pnrr per la manifestazione d'interesse per la rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio abbandono o già abbandonati. I 20 milioni di euro per la Sardegna se li è aggiudicati Ulassai.

Il progetto che l'amministrazione algherese aveva candidato in Regione si divideva in tre direttrici: riqualificazione spazi pubblici e waterfront, riqualificazione strade e aree verdi e un terzo intervento che comprende una molteplicità di iniziative di tipo materiale ed immateriale da attuare su una serie di immobili oggetto di riqualificazione come: l'ex acquedotto, l'ex palazzo Egis, l'ex Cinema-Teatro, l'ex Casa del Fascio e la Torre Littoria. Altri interventi di recupero erano previsti anche per la palazzina dell'ex Poste e Telegrafo, la Casa e la Torre Comunale; Palazzo Doria, l'ex mercato coperto di via Parenzo.

Si tratta di immobili caratterizzati da un avanzato processo di declino e di abbandono. Dunque, nulla da fare. Per Fertilia e i suoi edifici storici si dovrà puntare su altri finanziamenti.

Sull'argomento è intervenuto il consigliere comunale e capogruppo del Pd, Mimmo Pirisi, il quale dice che «inserire Fertilia in questo bando è stato un azzardo in quanto era destinato a borghi a rischio spopolamento. Fertilia – ha evidenziato Pirisi – è un borgo in crescita con aumento costante della popolazione, con una ricerca spasmodica di locali e nuovi alloggi, con uffici comunali, attività imprenditoriali, trasporti, chiesa, forze dell'ordine presenti con caserma, poste presenti e in ottima salute, e ancora asilo, scuola elementare e medie, case di riposo pubbliche e private, un porto in espansione. A Fertilia ci sono tante cose da fare, ma pur sempre vivo non a rischio spopolamento come richiesto dal bando».

Secondo Mimmo Pirisi, «l’amministrazione comunale avrebbe potuto puntare su altre borgate a serio rischio come Santa Maria La Palma che da centro produttivo e culturale della Nurra, oggi ha quasi perso tutto». (n.n.)



Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.