La Nuova Sardegna

Alghero

Politica

Alghero, Raimondo Cacciotto attende la proclamazione e ragiona sulla giunta

di Nicola Nieddu
Alghero la presentazione di Raimondo Cacciotto del Campo Largo
Alghero la presentazione di Raimondo Cacciotto del Campo Largo

La procedura prevede venti giorni di tempo per la composizione e la convocazione del primo consiglio comunale.

16 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Alghero Entro dopodomani ci sarà la proclamazione di Raimondo Cacciotto sindaco di Alghero che darà ufficialmente il via alla nuova amministrazione comunale votata sette giorni fa. La procedura prevede, dopo la proclamazione, venti giorni di tempo per la composizione della giunta comunale e la convocazione del primo consiglio comunale da parte del sindaco.

Nessuna certezza sulla composizione della nuova giunta comunale, Raimondo Cacciotto sottolinea «non c’è fretta, l’importante è fare una buona giunta. Aspettiamo che passi l'euforia per la vittoria, poi, a mente fredda, si ragiona meglio». Il toto nomi è partito il giorno stesso dello spoglio, ma c'è tutta una serie di cose da tenere in considerazione, dai voti di lista alle quote rosa, dagli equilibri interni ai vari partiti e liste alle competenze. Oltre il sindaco la giunta sarà formata da sette assessori con deleghe che, come annunciato da Cacciotto, saranno riviste. Poi ci sarà la proclamazione del vice sindaco e del presidente del consiglio. Su queste due figure, i nomi più accreditati sono quelli di Francesco Marinaro che entrerebbe in giunta con un assessorato e con il ruolo di vice di Raimondo Cacciotto. Lo stesso Marinaro però frena gli entusiasmi e ricorda che «è in corso una discussione e, in questa fase, è prematuro dire se farò parte della giunta. La cosa importante era vincere. La nostra lista civica è andata benissimo, secondi in coalizione. Significa che la gente ha apprezzato il progetto Alghero con Cacciotto sindaco».

Per quanto riguarda il ruolo di presidente del consiglio comunale, questo potrebbe andare ad una donna e in pole position ci sono Gabriella Esposito del Pd e Maria Grazia Salaris della lista Noi Riformiamo Alghero. Infine ci saranno da vedere le partecipate. Tra i partiti di maggioranza, risultati soddisfacenti per tutti con risultati personali importanti per consiglieri eletti nelle liste Orizzonte Comune dove Christian Mulas ha raggiunto 440 preferenze e Città Viva dove Giampietro Moro è stato eletto consigliere con 283 voti. Ritorna in consiglio comunale Graziano Porcu, eletto con 282 voti nella lista 5 Stelle.

A festeggiare è Valdo Di Nolfo, unico algherese presente in consiglio regionale. «Vittoria schiacciante del centro sinistra che dimostra la forza del progetto politico che è riuscito a far dialogare persone e gruppi con esperienze politiche diverse». Di Nolfo che rappresenta l’unico collegamento diretto con la Regione, evidenzia poi il risultato di Avs che in città supera il 7% eleggendo due consiglieri: Anna Arca Sedda (quinta più votata tra tutti i consiglieri con 566 preferenze) e Giampiero Occhioni. Di Nolfo sottolinea che «in queste ore sono in corso gli incontri per stabilire chi rappresenterà Avs in giunta». Infine il consigliere regionale fa un elenco di priorità per la città: «con la stagione estiva in corso si dovrà intervenire subito sul decoro urbano, le manutenzioni, la pulizia. Una città accogliente, a misura di cittadino».

In Primo Piano
Sanità

Reparti chiusi in tutta l’isola, ospedali vicini al collasso

di Giuseppe Centore
Le nostre iniziative