La Nuova Sardegna

Cagliari

Nell’appartamento chiuso dell’Arciconfraternita un fucile e l’occorrente per le dosi di droga

Nell’appartamento chiuso dell’Arciconfraternita un fucile e l’occorrente per le dosi di droga

Cagliari, la scoperta l’hanno fatta gli operai che devono ristrutturare i locali forse frequentati da abusivi

27 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Operai entrano per ristrutturare un appartamento chiuso da tempo dell'Arciconfraternita Madonna d'Itria in via Napoli e trovano un fucile ad aria compressa, cartucce e tutto l'occorrente per confezionare droga.

Intervento della polizia questa sera al numero 47 di via Napoli in un appartamento di proprietà dell'Arciconfraternita Madonna d'Itria. Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra Volante, gli uomini della Digos e gli artificieri. All'interno dell'appartamento qualcuno aveva imbrattato le pareti con alcune scritte come «Acab» o «Liberi tutti» e su un tavolo aveva abbandonato un fucile ad aria compressa, alcune cartucce calibro 12, bilancini di precisione e tutto l'occorrente per confezionare la droga.

Secondo la polizia qualcuno aveva occupato abusivamente l'appartamento e lo utilizzava per confezionare, spacciare e consumare droga. L'abitazione è stata riconsegnata ai proprietari.

In Primo Piano
Il soccorso

Giovane amazzone cade da cavallo alla processione di Beata Maria Gabriella a Nuoro: è grave

Le nostre iniziative