La Nuova Sardegna

Cagliari

Tutto Cagliari

Cagliari, Silvestrone esposto in procura per gli attacchi sui social

Cagliari, Silvestrone esposto in procura per gli attacchi sui social

Con la firma del contratto preliminare saranno svelati i nomi degli investitori e sarà pagata la caparra per l'acquisto del Cagliari

31 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. «Sono arrivati messaggi sui social network che mi offendono personalmente. Mi sono rivolto all'avvocato per un esposto all'Ordine dei giornalisti. Noi rispondiamo così: anche eventualmente rivolgendoci alla Procura della Repubblica. Un conto è criticare il progetto, un altro è attaccarmi personalmente».

Parole di Luca Silvestrone, intermediario del gruppo Usa che ha raggiunto l'accordo (ma manca ancora la firma) per l'acquisto del Cagliari Calcio. A chi ha ancora dubbi Silvestrone risponde così: «Con la firma del contratto preliminare - ha ribadito - saranno svelati i nomi degli investitori e sarà pagata la caparra per l'acquisto del Cagliari. Non ci sono date, ma è chiaro che non sarà a luglio, ma in questi giorni: potrebbe essere anche all'inizio della prossima settimana». Silvestrone ha precisato che l'operazione Cagliari è nata perchè il Fondo Usa «aveva interesse a intervenire su progetti di valorizzazione del territorio».

E in Sardegna, secondo Silvestrone, si è verificata un'occasione unica: «In Europa - ha aggiunto - una situazione così non c'era: un progetto per lo stadio da realizzare e un presidente intenzionato a vendere la società». Silvestrone ha chiarito anche il motivo del mancato acquisto della sede: «È un bene - ha detto - che non era dentro l'asset del Cagliari Calcio e che rappresenta un ricordo personale di Cellino. La nostra sede la faremo allo stadio assieme al museo del Cagliari».

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative