Tragedia a Isili, pensionato bruciato nell'incendio causato dal suo decespugliatore

È la seconda vittima del fuoco in pochi giorni: domenica era morto un 74enne di Uras

ISILI. Un pensionato di 73 anni, Ignazio Melis, di Isili, è morto nel suo terreno a causa di un incendio causato probabilmente dal decespugliatore con il quale stava sfalciando l'erba.

La tragedia è avvenuta intorno alle 11 del 31 maggio in località Murtiddus, alla periferia del paese del Sarcidano.

Secondo una prima ricostruzione, le fiamme sarebbero state provocate forse da una scintilla partita dal decespugliatore. Ma non sono comunque escluse altre ipotesi.

Ignazio Melis avrebbe immediatamente cercato di spegnere il rogo ma si sarebbe sentito male e sarebbe caduto in mezzo all'erba secca in fiamme.

Per spegfnere l'incendio, che ha incenerito due ettari di terreno sono entrati in azione anche gli elicotteri.

Sul posto sono intervenuti gli uomini della forestale di Isili, guidati dal vie comandante Marino Pasciolu. Per l'uomo non c'è stato niente da fare.

 È la seconda vittima del fuoco in pochi giorni, dopo quella di Graziano Cotza, pensionato di 74 anni di Uras.

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes