Cagliari, furbetti a spasso, a fumare o a bere birra: piovono le denunce

Super lavoro delle forze dell'ordine nei controlli su chi non rispetta le norme anti coronavirus

CAGLIARI. Piovono le denunce di polizia e carabinieri nei confronti di trasgressori alle direttive di contrasto al CoVid-19. Fra le numerose denunce di ieri 19 marzo alcune evidenziano il persistente disinteresse da parte di tanti al rispetto delle imposizioni: c’è chi continua a uscire da casa e ritrovarsi in cricca per mangiare la pizza, riunirsi in campagna con scorta di birre al seguito, trascorrere la serata in gruppi a fumare all’aria aperta, rubare e spacciare droga.

Le pattuglie della polizia che perlustrano la città, ieri sera hanno fermato e denunciato sei ragazzi, per lo più minorenni, che si sono ritrovati assieme in via Sardegna per mangiare una pizza, altri quattro fra i 39 e i 43 anni erano nel piazzale del Lazzaretto, nel quartiere Sant’Elia, erano “in libera uscita” per fumare una sigaretta e chiacchierare del più e del meno.

A Pirri, in via Santa Maria Chiara, gli agenti di una volante hanno bloccato una coppia, lui 32 anni e lei 34, entrambi assai noti alle forze di polizia, che avevano appena cercato di scardinare il cassetto delle monete di un distributore automatico di bevande. Sono stati incastrati dalle immagini del sistema di videosorveglianza.

In piazza Matteotti è stato invece arrestato un 21enne del Mali per resistenza a pubblico ufficiale. Ha preso a calci la macchina di servizio dei poliziotti quando, dopo essere stato trovato a chiacchierare con un gruppetto di extracomunitari nella piazza stando vicinissimi fra loro, è stato invitato assieme agli amici a rispettare le distanze l’uno dall’altro a tutela della salute pubblica.

In piazza Boi l’equipaggio di una Volante ha intravvisto un noto pregiudicato 47enne che alla vista dei poliziotti è scappato. Raggiunto e perquisito, aveva in tasca diverse dosi di stupefacente. In Marmilla e Campidano i carabinieri perlustrano centri abitati e periferie.

Numerose le denunce ai trasgressori al decreto Covid-19 a Villasor, Samassi, Samatzai, Lunamatrona, e Ussaramanna. Qui cinque uomini cittadini tra i 40 e 50 anni si erano radunati in località “Funtana Bella”: avevano un’abbondante scorta di bottiglie di birra per passare la serata. Per eludere il controllo avevano parcheggiato le loro auto sulle strade interpoderali a molta distanza l’una dall’altra. Al controllo dei carabinieri di Lunamatrona non hanno potuto giustificare formalmente il raduno e sono stati denunciati.(l.on)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes