I 102 anni di Raffaele Baire fan di Joao Pedro

Raffaele Baire con la sua famiglia

Una vita di lavoro tra miniere e boschi. Un solo rammarico: non essere andato a scuola

CAPOTERRA. Festa in famiglia a Capoterra per il centoduesimo compleanno di Raffaele Baire. L' ultracentenario, quartogenito dei 9 figli messi al mondo da Teresa Fadda, casalinga, e Serafino, un operaio che si adattava a fare di tutto ed in modo particolare l'uccellatore e il taglialegna, e' nato a Capoterra il 18 settembre 1919 in una casa ubicata nel centro storico, nei pressi della vecchia caserma dei carabinieri, l' attuale via del Popolo. Tziu Arrafieli si rammarica di non aver imparato a leggere e a scrivere perche' i genitori non lo hanno mandato a scuola (allora non esisteva l'obbligo). "Essere analfabeta mi ha pesato tantissimo afferma. Solo quando facevo il servizio militare ho imparato a scrivere il mio nome e cognome (a firmare,), Da piccolo, anziche' andare a scuola, ho frequentato la montagna per aiutare mio padre che faceva l'uccellatore (pratica allora consentita) e il taglialegna.

Nel 1940, mentre faceva il servizio militare di leva, l'Italia entro ' in guerra e suo malgrado lo costrinsero a prolungare la ferma sino alla conclusione della seconda guerra mondiale. "Fortunatamente non sono stato mandato al fronte- sottolinea- come altri miei commilitoni, molti dei quali purtroppo, hanno perso la vita. Ho prestato servizio in Sardegna e in Liguria". L' ultracentenario dopo un breve fidanzamento si e' sposato a Capoterra il 31 agosto 1950 con Antonietta Meloni, casalinga, nella chiesa parrocchiale di Sant' Efisio. Dall' unione sono nati 4 figli dei quali solo uno, Maria Teresa (68 anni) e' ancora in vita.

Raffaele Baire. ha lavorato per 12 anni nelle saline di Conti Vecchi (Santa Gilla) e successivamente sino al raggiungimento dell' eta' della pensione nella miniera di San Leone (Monte Arcosu) dalla quale si estraeva magnetite. Tziu Arrafieli e' stato un bravissimo cacciatore, "Per la caccia- dice ho sempre avuto una passione particolare da quando ero bambino. Appena diventato maggiorenne sono riuscito a prendere il porto d’armi Alla caccia grossa ho sempre preferito quella minuta".

Tifosissimo da sempre del Cagliari segue ancora la squadra rossoblu. ”Oggi il mio idolo è Joao Pedro. E’ bravo ma non quanto Gigi Riva, il migliore in assoluto nella storia centenaria del Cagliari”. L' ultracentenario vive insieme alla moglie al piano terra della dello stesso edificio dove al primo piano vive la figlia Maria Teresa che si prende cura dei genitori insieme a due ragazze del posto. Raffaele Baire e Antonietta Meloni (novantaquattrenne) il 31 agosto dello scorso anno hanno festeggiato le nozze di ferro (settantesimo anniversario di matrimonio). Alla festa del compleanno hanno partecipato oltre alla moglie, alla figlia e al genero, i 4 nipoti, i 2 pronipoti w solo pochissimi amici . L' ultra centenario ha gradito la visita del sindaco di Capoterra Francesco Dessi che gli ha esternato gli auguri a nome di tutta la comunita' capoterrese e gli ha donato una targa ricordo.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes