Muravera, vandali distruggono la panchina della lotta contro la violenza sulle donne

Ignoti hanno agito nella notte precedente alla giornata internazionale: sdegnosa reazione di tutta la cittadinanza

MURAVERA. Nuovo atto vandalico a Muravera. La notte che ha preceduto la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, è stata fatta a pezzi la panchina rossa posizionata nella centralissima via Roma, sotto la riproduzione del portico Petretto, uno dei simboli del paese del Sarrabus, per sensibilizzare la cittadinanza sul problema della violenza contro le donne.

L’episodio è stata stigmatizzata da tutta la popolazione che ha espresso condanna ed indignazione sui social..”Penso che proprio oggi le parole siano inutili – ha sottolineato Martina Codonesu ideatrice dell’iniziativa simbolica”. “Un atto gravissimo e vergognoso ha scritto su facebook Cristiana Sogliano, vice sindaco di Muravera”. “Chiunque è stato dovrebbe vergognarsi" è stato il commento di Luigi Cadeddu medico del 118”. “Nulla impedirà al sole di sorgere ancora, nemmeno la notte più buia. Perché oltre la nera cortina della notte c’è un’alba che ci aspetta", ha postato Massimiliano Nibbio, dipendente comunale.

Per condannare l’episodio e gli atti vandalici in genere domani mattina (venerdì) nel luogo dove era posizionata la panchina si svolgerà una piccola manifestazione alla quale tra gli altri parteciperanno gli alunni della scuola secondaria di primo grado. Sull’esecrabile episodio indagano i carabinieri della stazione di Muravera e del nucleo operativo della compagnia di San Vito. Tutti si augurano che gli inquirenti riescano ad identificare gli autori dell’azione inqualificabile che non può essere assolutamente considerata una bravata. Gian Carlo Bulla

WsStaticBoxes WsStaticBoxes