La Nuova Sardegna

Cagliari

La tragedia

Resta impigliato con un gamba nelle rocce e muore annegato a Villasimius

di Gian Carlo Bulla
Resta impigliato con un gamba nelle rocce e muore annegato a Villasimius

Vittima un 26enne, Gabriele Loi, di Maracalagonis

06 giugno 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Villasimius Tragedia del mare questo pomeriggio a “Is Traias” una delle spiagge del litorale di Villasimius, nell’area marina protetta di Capo Carbonara. Gabriele Loi, un lavoratore stagionale, ventiseienne, nato a Cagliari e residente a Maracalagonis, è morto annegato mentre faceva il bagno. La vittima lavorava come aiuto cuoco in un noto residence di Villasimius, il centro leader dell’industria delle vacanze della costa sud orientale. Nella stessa struttura ricettiva lavora anche il padre della vittima che pare si trovasse col figlio in spiaggia e abbia pertanto assistito impotente alla tragedia.

Secondo una prima ricostruzione il ragazzo è rimasto incagliato con una gamba in uno degli scogli. Una sfortuna pazzesca. Ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati alcuni turisti stranieri che prontamente si sono tuffati in acqua. Hanno raggiunto il ragazzo, lo hanno liberato e trascinato a nuoto a riva. Per Gabriele Loi purtroppo non c’ era più niente da fare. Inutili sono stati, infatti, tutti i tentavi effettuati per rianimarlo.

Sul posto è intervenuto anche l’elisoccorso. I carabinieri della stazione di Villasimius stanno sentendo tutte le persone che hanno assistito alla tragedia per ricostruire la dinamica della disgrazia. 

In Primo Piano
Il fatto

Europeade, vigilia di proteste: polizia e caos con i gruppi spagnoli

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative