La Nuova Sardegna

Cagliari

Longevità

Festa ad Armungia per i 100 anni di Annetta Quartu

Festa ad Armungia per i 100 anni di Annetta Quartu

23 agosto 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Armungia “Grazie alla grande fede in Dio sono riuscita a superare le esperienze di vita difficili e dolorose e a tagliare il traguardo dei cento anni. Non mi sono mai lasciata andare. Con grande forza di volontà ho sempre trovato gli stimoli per reagire e risollevarmi. Ho, inoltre, camminato ogni giorno piano piano e ho condotto una vita regolare, senza eccessi di alcun genere". E' in sintesi la risposta che ha dato Annetta Quartu a chi le ha chiesto che cosa bisogna fare per raggiungere il secolo di vita. La neo centenaria, secondogenita dei 5 figli di Fiorenza Pili, casalinga, e Antonio, agricoltore, è nata, il 21 agosto 1923, nel rione di "Cannedu", di martedì, ad Armungia, paese del Gerrei, noto per aver dato i natali a Emilio Lussu, uno degli ufficiali della Brigata Sassari distintosi nella prima guerra mondiale, scrittore, politico, fondatore nel 1919 del partito Sardo d'Azione e antifascista. Tzia Annetta ha avuto una infanzia e una adolescenza serena. Quantunque abbia frequentato solo le prime tre classi della scuola elementare ha imparato correttamente a leggere, scrivere e fare di conto. Dopo un lungo fidanzamento durato circa 10 anni si è sposata nel 1951 con Umberto Orrù, agente della guardia di finanza, cugino di secondo grado. Il matrimonio è stato ritardato a causa della seconda guerra mondiale. Il futuro marito, impegnato nel fronte albanese, dopo l'armistizio di Cassibile, entrato in vigore l’8 settembre 1943, che sancì la resa incondizionata dell’Italia, fu fatto prigioniero e deportato in un campo di concentramento.

"Ci siamo sposati, racconta, nel 1951 ad Armungia nella chiesa parrocchiale della Beata Vergine Immacolata Il matrimonio e' stato celebrato da monsignor Piga". Tzia Annetta ha messo al mondo tre figli dei quali solo 2 sono ancora in vita: Tonino e Rita. Dal 1969 la neo centenaria vive e risiede a Cagliari, città dove il marito andato poi in pensione nel 1977 e deceduto nel 1997, venne trasferito. Nonna Annetta nonostante la veneranda età continua ancora a dedicarsi saltuariamente a uno dei suoi hobby preferiti: cucire a macchina. Ha imparato i fondamentali del mestiere dopo aver frequentato un corso di cucito. Sino ad alcuni anni fa praticava anche gli altri suoi passatempi preferiti: lavorare a maglia con i ferri e all’uncinetto Alla festa di compleanno che si è svolta nella ex maglieria ha partecipato tutto il paese. I festeggiamenti sono iniziati dopo la messa di ringraziamento concelebrata dal parroco don Danilo Sbressa e da don Gian Carlo Dessi, originario di Armungia, amico di famiglia da lunga data. Il sindaco di Armungia Antonio Quartu, uno dei suoi tre nipoti, le ha esternato gli auguri a nome di tutta la comunità e le ha donato una targa ricordo e un mazzo di rose. Alla festa hanno partecipato anche Giovanni, il fratello novantottenne, e Rosina, la sorella novantatreenne. (Gian Carlo Bulla)

In Primo Piano
Trasporti

Il volo Napoli-Alghero cancellato nella notte, Ryanair lascia i passeggeri a terra

di Enrico Carta
Le nostre iniziative