La Nuova Sardegna

Cagliari

Il dramma

Lo scalatore Gianni Cannas muore in ospedale a Cagliari dopo 20 giorni di agonia

Lo scalatore Gianni Cannas muore in ospedale a Cagliari dopo 20 giorni di agonia

Era precipitato durante una escursione sui monti di Iglesias

06 dicembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Dopo sedici giorni 16 giorni di agonia nell’ospedale Brotzu, questa mattina 6 dicembre è morto l’escursionista ed esperto di arrampicate si roccia che il 22 novembre scorso era precipitato da un’altezza di circa venti metri sui monti vicini a Iglesias. Si chiamava Gianni Cannas, aveva 72 anni ed era di Teulada. Troppo gravi le ferite riportate nella caduta dalle rocce, stamattina il suo cuore si è fermato.

Al momento dell’ incidente, lo sportivo era impegnato in una escursione insieme ad alcuni amici nella zona di Iglesias, tra la località Gutturu Xeu e Punta Martinedda. Un pezzo di roccia avrebbe ceduto sotto la sua presa  ed è caduto nel vuoto. Un volo di circa venti metri e lo schianto violentissimo sul terreno roccioso sottostante.  Gli amici escursionisti che si trovavano con lui hanno fatto scattare l'allarme e  sul posto sono subito arrivati i medici del 118 con l'elisoccorso. Il 72enne è stato trasportato in gravissime condizioni al Brotzu di Cagliari dove è stato ricoverato in stato di coma nel reparto di Rianimazione. Nonostante il prodigarsi del personale sanitario per salvargli la vita, questa mattina l’uomo è deceduto.(l.on)

Elezioni regionali 2024

Video

Elezioni regionali, ecco i volti di tutti i consiglieri eletti in Sardegna

Le nostre iniziative