La Nuova Sardegna

Cagliari

Botti irregolari

I carabinieri scovano un “arsenale” di oltre 100 chili di fuochi d’artificio: 37enne di Nuxis nei guai

di Luciano Onnis
I carabinieri scovano un “arsenale” di oltre 100 chili di fuochi d’artificio: 37enne di Nuxis nei guai

Ora il materiale verrà distrutto dai militari di Cagliari

20 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Nuxis Centotrentatré chili di fuochi artificiali fabbricati artigianalmente e di grande pericolosità sono stati sequestrati dai carabinieri a un disoccupato di 37 anni di Nuxis, arrestato dai carabinieri e poi rimesso in libertà dal giudice che dopo aver convalidato l’arresto ha concesso i termini a difesa. L’arresto è avvenuto ieri, martedì 19 dicembre, nell’ambito delle attività dei carabinieri del Comando provinciale di Cagliari, volta al contrasto della cattiva abitudine, purtroppo molto diffusa, di festeggiare il Capodanno con l’utilizzo di più o meno grandi e pericolosi ordigni esplosivi.

A conclusione di un’attività info-investigativa, i carabinieri sono giunti a una perquisizione personale e domiciliare, nel corso della quale l’uomo è stato trovato in possesso di 33 batterie di petardi da 200 colpi, 78 petardi del tipo "lupo" del peso di 500 grammi cadauno, 13 petardi tipo caramelle del peso individuale di 300 grammi ciascuno, 3 candelotti esplosivi artigianali da 750 grammi ognuno e 21 bombe carta del peso individuale di 750 grammi. Il materiale rinvenuto, per un totale di ben 133 chilogrammi è stato posto sotto sequestro e verrà debitamente custodito in un idoneo locale, in attesa delle verifiche che verranno compiute al più presto dagli artificieri del Nucleo investigativo dei carabinieri di Cagliari. Con nulla osta dell’autorità giudiziaria si procederà poi alla distruzione del pericoloso materiale. L’uomo è stato messo agli arresti domiciliari per disposizione della Procura della Repubblica, in attesa del giudizio con rito direttissimo. Nell’udienza, l’arresto è stato convalidato e sono stati concessi i termini a difesa, con l’indagato rimesso in libertà.

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative