La Nuova Sardegna

Cagliari

Il caso

Cagliari, i poliziotti lo fermano e lui cerca di fare trucchi di magia per distrarli: in auto aveva 9 coltelli

di Luciano Onnis
Cagliari, i poliziotti lo fermano e lui cerca di fare trucchi di magia per distrarli: in auto aveva 9 coltelli

L’uomo è stato denunciato e le armi sono state sequestrate

10 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Fermato a un posto di blocco stradale al volante di una vettura di grossa cilindrata, ha messo in atto pratiche da illusionista per distogliere gli agenti della polizia stradale dal procedere con i controlli di routine. Con gesti da prestigiatore professionista, prima ha estratto un fazzoletto sporco da uno dei calzini che indossava, poi un altro da un orecchio. L’atteggiamento ha lasciato meravigliati i due agenti della pattuglia, ma non li ha distolti dal loro servizio. L’automobilista, un 57enne dell’hinterland, non è che avesse gran che da nascondere: 9 coltelli (di cui otto a serramanico) tenuti in una busta di plastica, un altro da cucina lungo 40 centimetri e un bastone, che però gli sono costati una denuncia per porto di oggetti atti ad offendere, di cui non ha saputo giustiziare la detenzione.
È accaduto la scorsa notte durante un ordinario servizio di pattugliamento notturno sulla strada statale 195 per Pula. Gli operatori della polizia stradale di Cagliari hanno proceduto al fermo e al successivo controllo di un’autovettura di grossa cilindrata. Subito dopo essere stato identificato, il conducente dell’autovettura ha assunto un atteggiamento poco collaborativo e manifestato chiari segni di agitazione e nervosismo. Ha cercato inoltre di distrarre gli agenti con comportamenti bizzarri da illusionista, estraendo un fazzoletto sporco da un calzino e poi un altro dall’orecchio. Tale atteggiamento ha indotto gli agenti ad approfondire il controllo con una perquisizione personale e una sull’autoveicolo. Durante quest’ultima fase operativa venivano trovati coltelli e bastone. Tutti i coltelli e il bastone sono stati sottoposti a sequestro penale e il possessore denunciato all’autorità giudiziaria. 

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative