La Nuova Sardegna

Cagliari

Guardia costiera

Cagliari, pesca a strascico a meno di tre miglia dalla costa: multato il comandante di un peschereccio

Cagliari, pesca a strascico a meno di tre miglia dalla costa: multato il comandante di un peschereccio

Operazione condotta nella notte con motovedetta ed elicottero

03 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Lotta della Guardia Costiera alla pesca illegale, arriva una maxi-sanzione ad un peschereccio che praticava lo strascico. Nella serata del 30 maggio la Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Cagliari ha coordinato una operazione di sorveglianza aero-navale volta alla prevenzione ed alla repressione contro l’attività di pesca in zona non consentita nel golfo di Cagliari. L’attività, condotta con elicottero della Sezione della Guardia costiera di base a Decimomannu e la motovedetta CP577 della Capitaneria di porto, era mirata a verificare il rispetto della normativa in materia di pesca in tutto il golfo e dall’ area marina protetta di Capo Carbonara fino a Capo Teulada.

Nell’ambito dell’operazione, scattata dopo il tramonto, l’elicottero ha sorvolato e monitorato il golfo grazie al sistema ad infrarossi in dotazione, riportando le informazioni alla sala operativa, mentre la motovedetta esercitava i propri controlli in mare, pronta ad intervenire laddove necessario. E proprio la motovedetta, intorno alle 23, ha individuato un motopeschereccio intento ad effettuare la pesca a strascico in zona non consentita: distanza dalla costa inferiore a 3 miglia su fondale inferiore a 50 metri. Raggiunto il peschereccio, i militari della Guardia costiera lo hanno ispezionato ed hanno provveduto ad interrompere l’attività di pesca scortando il peschereccio in porto, dove al comandante è stata applicata una sanzione compresa tra 1.000 e 6.000 euro (2.000 se conciliazione). Allo stesso comandante sono state altresì inflitte altre 2 sanzioni da ulteriori 400 euro complessive per violazione della tabella di armamento (numero di componenti l’equipaggio imbarcati) e per irregolare imbarco di personale. Inoltre sono stati attribuiti al comandante ed alla società armatrice punti sulla licenza che, in caso di ulteriori sanzioni, potrebbero comportarne la sospensione. L’attrezzatura da pesca è stata sequestrata. (l.on) 

In Primo Piano
L'appello

Gara di solidarietà a Macomer Tutti in fila per aiutare Antonio

di Simonetta Selloni
Le nostre iniziative