La Nuova Sardegna

Comuni del Sulcis contro Abbanoa

Comuni del Sulcis contro Abbanoa

Corteo a Cagliari, da viale Trento al palazzo del consiglio regionale in via Roma

14 febbraio 2013
1 MINUTI DI LETTURA





IGLESIAS. Una manifestazione davanti al consiglio regionale per dire no alla gestione del sistema idrico Abbanoa.

I sindaci di Domusnovas, Fluminimaggiore e Nuxis insieme ad un centinaio di concittadini hanno sfilato in corteo ieri mattina dal palazzo regionale di viale Trento a Via Roma, davanti al Consiglio regionale. Con slogan e striscioni i manifestanti hanno chiesto all’assemblea sarda di bloccare la delibera del 16 gennaio che prevede la cessione ad Abbanoa di tutti i reflui delle 35 amministrazioni che non hanno ancora aderito al gestore idrico integrato. Domusnovas, Fluminimaggiore, e Nuxis sono tra questi.

I comuni del Sulcis Iglesiente chiedono che la gestione del servizio rimanga al comune, in autonomia.

«Se dovessimo aderire ad Abbanoa dicono i sindaci, i costi per i cittadini aumenterebbero e il servizio non sarebbe né e efficace, né efficiente». Durante il presidio i manifestanti hanno chiesto di poter incontrare la Quarta Commissione consiliare che dovrà affrontare la legge di riordino del sistema idrico in Sardegna.

«Se non otterremo delle risposte dal consiglio regionale, dice Angelo Deidda primo cittadino di Domusnovas, siamo pronti a raccogliere le firme per un referendum che cancelli definitivamente Abbanoa dalla gestione del servizio idrico in Sardegna».

Tamara Peddis

In Primo Piano
L’isola a secco

Dramma siccità, a Budoni «caccia alle streghe» verso chi usa l'acqua

di Paolo Ardovino
Le nostre iniziative