Da Santa Teresa a Capo Nord in bicicletta: "Questo viaggio mi ha lasciato tanta autostima"

SANTA TERESA. Antonio Azara, 42 anni, impiegato, partendo da Santa Teresa, dove vive, ha partecipato all'edizione 2021 della North Cape 4000, una maratona ciclistica lunga 4600 km che attraversando 11 nazioni e percorrendo circa 210 km al giorno l'ha fatto arrivare sino a Capo Nord in Norvegia. «L'obiettivo iniziale era quello di potermi godere il viaggio e poter visitare posti nuovi, che soltanto grazie all'utilizzo della bicicletta è possibile fare. Volevo mettermi alla prova e conoscere i miei limiti, respirare il senso di libertà dopo due anni di pandemia e non aver potuto partecipare all'edizione 2020 saltata per il Covid-19. Siamo partiti da Rovereto il 24 luglio. Devi organizzarti tu dove e quando dormire, il mangiare».  Il tragitto: «Passato il Trentino, il Veneto e il Friuli siamo entrati in Slovenia superando le Alpi Giulie, poi l'Ungheria, la Slovacchia, molto bella e verde con salite impegnative, per proseguire in Polonia, Lituania, Lettonia ed Estonia. Preso il traghetto, siamo sbarcati in Finlandia, terra stupenda piena di foreste e laghi ovunque. Poi una volta entrati in Norvegia eravamo arrivati al tratto finale. L'ultimo giorno ho dormito praticamente in una fermata di un autobus quattro ore per poi ripartire e arrivare a Capo Nord la sera». Partiti in 190, hanno concluso in 102: «Questo viaggio  - ha commentato - mi ha lasciato tanta autostima». 

L'ARTICOLO

WsStaticBoxes WsStaticBoxes