Il ballo mondiale delle giovanissime dell’Happy Dancing

La compagnia nuorese conquista per il quarto anno di fila le finali della Dance World Cup che si terranno a Brighton

NUORO. La compagnia “Happy Dancing” di Nuoro sbaraglia le concorrenti e per il quarto anno consecutivo sarà presente alla ribalta della danza moderna mondiale che si svolgerà a Brighton (Inghilterra) dal 2 al 6 luglio prossimi. Davanti alla giuria internazionale composta da Mohamed Hassan (Egitto), Pop Rares (Romania), Corinne Verdeil (Francia) e John Grimshaw, direttore internazionale del concorso (per regolamento i giudici sono di nazionalità diversa da quella della nazione ospitante), la compagni nuorese è uscita vincente dalle qualificazioni italiane alla Dance World Cup Competition, disputate al Geo Village di Olbia sabato scorso. La compagnia, diretta da Carmen Lecca e Serena Camboni, ha sfidato a colpi di show dance ballerini provenienti da tutta Italia. Nella categoria “children”, sulle note di “Beautiful monster” di Ne-Yo, medaglia d'oro col punteggio di 86 su uno sbarramento di qualificazione fissato a 68. Nella categoria “junior”, sulle note di Jennifer Lopez (“Goin”), il primo posto assoluto con 89 punti, performance più votata della manifestazione. Le coreografie sono state curate da Carmen Lecca, Serena Camboni, Gabriele Ledda e Silvia Olianas, che hanno preparato con scrupolo le allieve della scuola nuorese provenienti anche da Orotelli, Ovodda e Mamoiada. Eccole: le “children” Marta Sedda, Alessia Soru, Emilia Soru, Giada Matteoli (Ovodda), Romina Ortu, Sara Morittu, Alessia Branciforte, Beatrice Paolillo, Ada Massidda, Giorgia Devilla, Lucrezia Pala, Caterina Fois, Elisa Tondo, Roberta Cao, Carla Secchi, Erica Onida, nuoresi; le “junior” Matilde Rodriguez, Marina Devilla, Giulia Pisanu, Maddalena Mancini, Giulia Musina, Roberta Musina, Claudia Polo, Giulia Bichisau, Erica Onida, Roberta Cao, Carla Pittalis, Sara Mura, Martina Branciforte (tutte nuoresi), Chiara Chierenti (Orotelli), Vanessa Bandinu, Alessia Canneddu (Mamoiada), Marta Sedda (Ovodda). «Puntiamo al podio a Brighton – dice entusiasta la maestra Carmen Lecca – ci dovremo misurare con mostri sacri come Russia, Inghilterra, Austria. Noi davvero daremo il massimo per rappresentare degnamente la nostra città e l’Italia». La sede della finale viene decisa dal comitato internazionale con un anticipo di due anni. Nel 2008 il mondiale si è svolto a Vancouver (Canada), nel 2009 a Jersey (Inghilterra), nel 2010 a Olbia, nel 2011 Parigi, nel 2012 a Villach (Austria)La “Happy Dancing” cerca sostegno economico a 360 gradi per la trasferta inglese: «Stiamo predisponendo una sottoscrizione a premi, faremo il saggio di fine anno a maggio, pochi fedeli sponsor ci supportano sempre e confidiamo nei comitati festeggiamenti dell’isola, se hanno piacere d’invitarci per un’esibizione».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes