«Caserma a Pratosardo, troppe bugie»

NUORO. «Questa è la determina con cui l’amministrazione nuorese chiede lo sgravio di usi civici dell’area relativa alla realizzanda caserma a Pratosardo (ex deposito munizioni ex Polveriera), gli...

NUORO. «Questa è la determina con cui l’amministrazione nuorese chiede lo sgravio di usi civici dell’area relativa alla realizzanda caserma a Pratosardo (ex deposito munizioni ex Polveriera), gli stessi usi civici di cui nega l’esistenza». Così gli iscritti alla sezione Paschedda Zau di a Manca pro s’Indipendentzia. Che ieri mattina hanno distribuito la determina in occasione del convegno “Usi civici: un vincolo o un’opportunità” organizzato dall’associazione universitaria studenti forestali di Nuoro. «Dopo aver regalato le terre dei nuoresi – spiegano – e soldi pubblici all’esercito italiano, a più di un’ anno di distanza dall’inizio dei lavori della caserma, l’amministrazione comunale chiede lo sgravio delle terre civiche e nega anche che sia stata fatta questa richiesta. Le terre della nostra comunità dovrebbero essere tutelate e valorizzate secondo gli interessi della collettività, non secondo gli interessi di Roma». Copia della determinazione è stata consegnata anche ai relatori del convegno, tra cui Stefano Deliperi (presidente del gruppo d’intervento giuridico onlus) e Cristina Ornano (commissario regionale straordinario per gli usi civici).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes