Tiana, non irreversibile impoverimento zone interne

TIANA. La povertà collegata alle zone interne è stato l’argomento del convegno: «Impoverimento delle zone interne della Sardegna: destino non irreversibile», organizzato dalle Acli di Nuoro, dal...

TIANA. La povertà collegata alle zone interne è stato l’argomento del convegno: «Impoverimento delle zone interne della Sardegna: destino non irreversibile», organizzato dalle Acli di Nuoro, dal comune di Tiana, dalla Carta di Zuri e dalla Pastorale del lavoro della diocesi di Nuoro nel Centro polifunzionale. Gli esperti hanno portato il loro contributo, ma molto forti sono stati gli interventi del presidente delle Alci di Nuoro, Salvatore Urru, di don Pietro Borrotzu, responsabile della Pastorale del lavoro, che ha manifestato l’intenzione di «scendere in piazza se la politica non darà risposte» e di Franco Siddi, segretario nazionale della stampa. «È fondamentale ripopolare il territorio per far vivere bene la gente – ha spiegato Franco Siddi nel suo intervento, lungo, profondo e articolato –. Bisogna avere il coraggio di parlare di povertà e, soprattutto, di combatterla con tutti i mezzi a disposizione. Bisogna pensare a un futuro migliore, puntare sulle zone interne, farle rinascere con iniziative forti e mirate che coinvolgano tutti, soprattuto gli anziani che sono una ricchezza sia per quanto riguarda le conoscenze, sia per la loro voglia di partecipare alla rinascita del territorio».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes