La Nuova Sardegna

Nuoro

bitti

Il poliambulatorio perde il servizio di cardiologia

BITTI. Il Poliambulatorio di Bitti è in disarmo. Adesso a fine maggio cessa il servizio di cardiologia: è questa l’amara sorpresa dei pazienti che si sono recati per prenotare la visita. Vanno via,...

26 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





BITTI. Il Poliambulatorio di Bitti è in disarmo. Adesso a fine maggio cessa il servizio di cardiologia: è questa l’amara sorpresa dei pazienti che si sono recati per prenotare la visita. Vanno via, quindi, anche i due cardiologi, uno in servizio da appena due mesi. In precedenza era cessato il servizio di ginecologia, lasciato cadere nel dimenticatoio. Restano aperti solo i servizi di endocrinologia (2 specialisti) e ortopedia (1 specialista), prelievo sangue, e il laboratorio-palestra di fisioterapia.

È ancora sempre problematico accedere all’ufficio amministrativo sia per regolarizzare le impegnative sia per il disbrigo di altre pratiche. Da quando una delle impiegate è andata in pensione e ad assolvere l’oneroso compito è rimasta solo la funzionaria responsabile, le lunghe file sono all’ordine del giorno. Si aggiunga a questo la carenza del servizio infermieristico (operano solo 2 infermiere), e il quadro è al completo. In questo contesto l’ultima mazzata è stata la cessazione del servizio di cardiologia che ha lasciato di stucco gli utenti del bacino di utenza che comprende oltre Bitti, i paesi limitrofi di Lula, Onanì Orune, Osidda ma con richieste di prestazioni anche da altre realtà fuori dal distretto sanitario. (b.a.)

In Primo Piano
La polemica

Pro vita e aborto, nell’isola è allarme per le nuove norme

di Andrea Sin
Le nostre iniziative