La Nuova Sardegna

Nuoro

siniscola

Non si placano le polemiche sul regolamento della Iuc

Non si placano le polemiche sul regolamento della Iuc

SINISCOLA. Le polemiche sul regolamento dell’Imposta unica comunale non si placano. L’opposizione – che non ha votato il provvedimento, passato quindi in Consiglio con i soli voti della maggioranza...

31 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





SINISCOLA. Le polemiche sul regolamento dell’Imposta unica comunale non si placano. L’opposizione – che non ha votato il provvedimento, passato quindi in Consiglio con i soli voti della maggioranza – continua ad esprimere perplessità. Il dibattito, ancora una volta, riguarda in modo particolare la tassa sui rifiuti: la ex Tares oggi Tari. Diversi consiglieri dell’opposizione hanno puntato il dito contro il costo, ritenuto troppo alto, dell’appalto per la differenziata. Zente nova non lesina critiche. «Il Comune è vincolato da un contratto capestro da 3milioni 300mila euro annui – afferma il capogruppo Antonio Satta – che colpisce tutte le fasce sociali, considerando le famiglie a basso reddito quanto quelle più benestanti. Nonostante i proclami, inoltre, con la differenziata i costi anziché scendere sono saliti». Zente nova dice la sua anche sui contenuti della Tasi, rivolta a coprire i costi dei servizi pubblici indivisibili, come verde, illuminazione. «Perché deve pagare la pulizia delle strade, l’illuminazione o la cura del verde chi abita in zone dove questi servizi mancano?» si chiede Satta, che ha proposto una modifica al regolamento poi bocciata dalla maggioranza.

Elezioni regionali 2024
I risultati del voto

Ecco tutti i nomi dei nuovi consiglieri regionali eletti in Sardegna

Le nostre iniziative