Alluvione, al via i lavori nel ponte in cui morì il poliziotto

Parte la ricostruzione, risolti gli ultimi problemi burocratici

NUORO. Inizieranno domani mattina i lavori per la ricostruzione del Ponte di Oloè sulla Sp Oliena Dorgali, crollato nell'alluvione del novembre 2013, dove aveva perso la vita il poliziotto Luca Tanzi. Le ultime difficoltà burocratiche sono state risolte, l'autorizzazione del Genio Civile è finalmente arrivata e così l'impresa vincitrice di appalto può partire. «È un'opera fondamentale per il territorio - ha dichiarato l'assessore all'ambiente del Comune di Oliena Valentino Carta - per l'economia ma soprattutto per il turismo in questo periodo: c'è l'urgenza di ritornare alla normalità così come era prima dell'alluvione». Trenta giorni a decorrere da domani è il tempo necessario per l'ultimazione dei lavori e per la riapertura della strada, così hanno assicurato i dirigenti dell'Anas. Ma sarà una riapertura provvisoria perchè poi si interverrà sui lavori nell'alveo: «Si sta concretizzando l'impegno - ha proseguito Carta - che si era preso ad inizio dell'anno quando si è avuta la certezza, grazie al tavolo della ricostruzione istituito in provincia dal Presidente Roberto Deriu, che il Commissario Enrico Ciucci aveva risorse e mezzi adeguati. Dobbiamo ringraziare quanti, gratuitamente e con sacrificio - conclude - hanno permesso all'intera comunità di vincere l'isolamento e continueremo ad essere vigili perchè i lavori siano ultimati al più presto».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes