La Nuova Sardegna

Nuoro

Oliena in mostra per i turisti

Oliena in mostra per i turisti

Tre esposizioni per raccontare l’arte delle ricamatrici, il fazzoletto femminile e il costume del paese

29 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OLIENA. Tre esposizioni faranno da richiamo per turisti e visitatori, durante tutto il periodo estivo. La notizia certamente più attesa è che riapre il museo dedicato a Su muncadore dopo diversi anni di chiusura forzata a causa della mancanza di risorse economiche. Chiusura interrotta solamente da alcuni giorni di apertura al pubblico, in coincidenza di feste, ricorrenze e manifestazioni particolari.

Oggi, invece, è nuovamente possibile ammirare i pezzi conservati nel moderno e funzionale edificio di piazza Berlinguer. Di mattina, dal lunedì al venerdì, dalle 8.45 alle 12.45, e nel pomeriggio, dal lunedì al giovedì, dalle 15 alle 20.

L’incantevole vetrina, intitolata al fazzoletto tradizionale femminile, presentato attraverso i numerosi e variegati esemplari, alcuni piuttosto datati, presi in prestito da collezioni pubbliche o private o acquistati da talentuose ricamatrici, abili maestre del ricamo e della composizione, verrà, quindi, resa fruibile grazie ad un progetto regionale per l’occupazione. «Una soluzione provvisoria – precisa il vice sindaco Martino Salis – in attesa di individuare la scelta più utile, affinché questa galleria di vere e proprie opere d’arte possa diventare un’interessante attrattiva trecentosessantacinque giorni l’anno». Altra mostra da non perdere è quella allestita in via Misericordia, a lato del palazzo municipale. Qui, il gruppo Battos Moros, con la guida, l’inventiva e il talento di Angela Fois, hanno preparato un interessante itinerario costruito interamente attorno al costume olianese. “Ricami di seta”, questo il nome dell’esposizione, che aprirà dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20.

Infine, nell’ex collegio dei Gesuiti, in via Bisi, è possibile trovare il percorso “Vestire in Sardegna. Tra 800 e 900”, suggestivo viaggio fotografico, preparato dalla Pro loco e visitabile dal lunedì al sabato dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 20. (ma.s.)

La crisi

Agriturismi, il lento declino: ogni anno sempre meno mentre in Italia crescono

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative