Un libro accende il futuro dell’aeroporto di Tortolì

Dopo il fallimento evitato della società, un volume analizza la storia dello scalo E l’autore dona alla città il plastico chiesto dalle più importanti fiere aeronautiche

A cinque mesi esatti dalla presentazione ufficiale (avvenuta lo scorso 5 luglio) tenutasi al Symposion dell'hotel la Bitta, prosegue il successo del libro sulla storia dell’aeroporto di Tortolì dal titolo “Tortolì International Airport la portaerei sul mare”. Il volume ha raggiunto la seconda ristampa e l’autore, il piemontese Luca Granella, coadiuvato dal comandante (pilota) Franco Balzano di Arbatax, è stato a Tortolì per alcuni incontri figli anche delle buone notizie giunte dal tribunale di Lanusei in merito all’Aliarbatax _ si trattadella società proprietaria della struttura aeroportuale di Tortolì _ che ha evitato il fallimento. Luca Granella, a questo proposito ha commentato soddisfatto: «Tornare qui è come essere a casa. Molti ricordi ormai mi legano a questi luoghi stupendi ed alla splendida gente del paese che mi accoglie sempre con grande entusiasmo. Sono felice che il libro abbia contribuito a portare all’attenzione delle cronache quello che definisco “il mio aeroporto“ per il legame profondo che ci lega. Gli ultimi eventi mi rendono contento: l’AliArbatax avrà un futuro, così come il Tortolì International».

L’autore rimarca: «Il suo rilancio ha visto sia me sia Franco Balzano schierati al fianco del Consorzio Industriale e del Comune nella battaglia per la riapertura. Tutti i nostri sforzi stanno avendo i frutti sperati ed al più presto sono sicuro vedremo nuovamente gli aerei atterrare a Tortolì. Ho già pianificato con l’editore l’Ibndi Roma il secondo volume dedicato al rilancio dell’aeroporto. A nome mio e del comandante Balzano, teniamo ancora una volta a ringraziare le persone che ci hanno aiutato nel progetto Tortolì Fliyng again. Grandi sforzi e competenza sono stati espressidal presidente del Consorzio e dal sindaco Massimo Cannas, ai quali va un grazie particolare. Ricordo l’ottimo lavoro svolto dal mio editore, Angelo Napoleone, dal delegato del Comune, Luca Cacciatori, i giornalisti Gabriele Sardu , Marco Iarossi di JP4, Luca Ricci della rivista Aeronautica». E ricorda quanto promise un anno fa: «Dissi che se l’aeroporto avesse riaperto avrei donato il plastico del Tortolì international al Consorzio industriale». Il plastico è stato esposto anche all’estero ed è richiesto dalle più importanti fiere aeronautiche.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes