Tabità e Avos in aiuto alla Brigata

Gavoi, mobilitazione popolare per sostenere la missione del 151° Reggimento di Sassari in Libano

GAVOI. Le associazioni Tabità e Avos mobilitano la popolazione per sostenere la missione in Libano della Brigata Sassari. A Gavoi le due associazioni hanno raccolto vestiario per adulti e bambini, giocattoli, materiale per la scuola e cancelleria che verranno donati al 151° Reggimento Sassari che dal prossimo mese di aprile sarà in medio Oriente e assumerà la responsabilità del Libano del Sud. L’associazione Avos, composta dai volontari del soccorso che gestiscono l’ambulanza, ha accolto l’appello di CoGe Sardegna e CSV Sardegna Solidale, enti che, in stretta collaborazione con la Brigata Sassari hanno promosso la raccolta dei materiali attraverso il coinvolgimento di associazioni locali. «Abbiamo risposto immediatamente – spiega Tullia Mulas, neo presidente dell’associazione – e coinvolgere i gavoesi è stato facile: in pochissimo tempo abbiamo raccolto tutto il possibile, riempiendo due furgoni dei militari, venuti apposta per ritirare i pacchi». Il vice presidente di Avos, Antonio Zurra precisa: «Con la collaborazione dell’associazione culturale Tabità, che ha curato la raccolta in tutte le classi scolastiche gavoesi, abbiamo poi potuto smistare e impacchettare il tutto per essere pronto per il trasporto». Fondamentale è stato, però, anche il lavoro della segretaria Nadia Maoddi che ha curato tutta la parte burocratica.

«Il ringraziamento più grande però va ai gavoesi che hanno dato prova di grande disponibilità e solidarietà per un’iniziativa che di sicuro allevierà i disagi di tante persone che vivono la guerra. La Brigata Sassari – sottolinea la presidente Mulas – avrà il difficilissimo compito di operare in una zona calda, un’area nella quale recentemente si sono concentrati circa un milione di rifugiati siriani: uno degli impegni più gravosi sarà rappresentato dal tentativo di ricostituire il tessuto sociale, mediante la Cooperazione Civile-Militare (Ci.Mi.C.), in accordo con le autorità locali e con le organizzazioni che operano nel paese».

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes