L’asino Nano Malefico e il fantino Bussu campioni del mondo

Ollolai ha vinto ancora una volta il Palio del Casale Il nuovo trionfo dopo quello con “Acciaio” e “Cento Lire”

OLLOLAI. Valentino Bussu e il suo nuovo asinello “Nano Malefico” sono campioni del mondo. Ollolai, capitale della Barbagia, sale così sul podio più alto del palio degli asinelli che si è tenuto a Camposano in provincia di Napoli, domenica scorsa. La delegazione del paese barbaricino partita alla volta di Camposano, appunto, per rappresentare la Sardegna nell'edizione 2016 del “Palio del Casale” trionfa per la terza volta consecutiva in questa manifestazione. A tenere alta la bandiera dei quattro mori in Campania ci ha pensato ancora una volta il fantino Valentino Bussu, Campione d’Europa 2015 sull'asinello “Cento Lire” e d’Italia 2014, su “Acciaio”.

L'ollolaese emigrato in Toscana che in groppa al suo nuovo somarello “Nano Malefico” ha avuto la meglio sulle eccellenze dei palii degli asinelli di tutta Italia conquistando il titolo di Campione del mondo, appunto, dopo aver superato con successo tutte le fasi della gara.

«L’entusiasmo è alle stelle – afferma Pier Paolo Soro, presidente della Pro loco di Ollolai che ha accompagnato la delegazione del suo paese – Per noi il Palio del Casale non solo rappresenta uno stimolo dal punto di vista della competizione agonistica, ma si tratta, in modo particolare, di un appuntamento che apre al confronto con le altre regioni d'Italia, e non solo, e ci permette di portare e far conoscere con tanto orgoglio le nostre tradizioni. In occasione di questo appuntamento – aggiunge – non rappresentiamo solo il nostro paese, ma siamo gli ambasciatori di tutta la Sardegna e per noi questo aspetto ha un valore del tutto particolare». In questa edizione del Palio del Casale, oltre alla Sardegna, sono scesi in pista il Piemonte, la Toscana, il Lazio, la Campania, la Basilicata, l’Abruzzo, la Puglia, la Calabria, la Sicilia, l’Emilia Romagna, il Molise e le delegazioni provenienti dalla Croazia e dal Pakistan.

«Mi sono preparato con impegno e determinazione durante tutto l’anno – racconta Valentino Bussu –. Il mio obiettivo era quello di portare al successo il mio paese e la Sardegna e devo dire che è andata benissimo. Siamo i campioni del mondo!».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes