Il sindaco Farris alla Regione: «La Zir da anni senza acqua»

SINISCOLA. Il disservizio idrico che da tempo interessa il centro abitato di Siniscola, è problema che risale al 2013 per quanto riguarda la zona industriale. Ora il sindaco Gianluigi Farris scrive...

SINISCOLA. Il disservizio idrico che da tempo interessa il centro abitato di Siniscola, è problema che risale al 2013 per quanto riguarda la zona industriale. Ora il sindaco Gianluigi Farris scrive alle istituzioni territoriali e regionali per parlare dei disagi vissuti dagli operatori dei comparti della Zir. «L’interruzione della fornitura idrica – scrive il primo cittadino – è un fatto gravissimo e inaccettabile che continua a delineare gravi perdite economiche alle imprese, molte delle quali hanno nel frattempo dovuto chiudere i battenti, con gravi ripercussioni occupazionali e per l’intero territorio». Per Farris il mancato intervento per la risoluzione del problema va così ad aggiungersi alla «manifesta e oggettiva situazione di grave carenza di un’infrastruttura basilare per la stessa organizzazione e sviluppo di ogni impresa». Nella richiesta di intervento, inviata da Farris agli organi preposti, si fa invito al prefetto di Nuoro affinché lo stesso favorisca un incontro tra la rappresentanza del comune baroniese, il presidente della Ras, gli assessorati regionali, Egas, Abbanoa e associazione degli industriali «al fine – viene riportato – di risolvere in maniera rapida tale emergenza, aggravata dalla cessazione del servizio, che pare sia conseguente alla mancata definizione del debito dovuto al gestore da parte del Consorzio Industriale, col paradosso che le stesse sono società in house e ente strumentale, che comunque devono considerarsi una derivazione della Ras quale controllante».

L’amministrazione Farris chiede nell’immediatezza il ripristino del servizio idrico della Zir alle auorità regionali, non tralasciando una riflessione in merito alla possibilità che tale situazione possa sfociare in «forme energiche di protesta peraltro già annunciate da varie parti sociali».

La locale amministrazione veicola quindi le istanze, da far giungere alle istituzioni, che «si levano – conclude il documento – da una popolazione sempre più preoccupata e dal mondo delle imprese che non trova risposte alla perenne frustrazione».

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes