Giornata mondiale della traduzione

Posada, seminario organizzato dal Comune e dalla Sotziedade pro sa limba sarda

POSADA. Si svolgerà venerdì a Posada “La giornata mondiale della traduzione”, un seminario organizzato dall’amministrazione comunale e dalla Sotziedade pro sa limba sarda. L’appuntamento è alla casa delle dame nel centro storico alle dieci del mattina.

La Journée mondiale de la traduction o International Translation Day è un evento che dal 1991 si celebra ogni anno il 30 settembre in corrispondenza della festa di san Girolamo, il traduttore della Bibbia considerato il santo patrono dei traduttori.

Si parlerà delle regole per la normalizzazione delle lingue citando le problematiche e le possibili soluzioni.

Ad aprire il dibattito dopo i saluti del sindaco Roberto Tola e dell’assessore alla cultura Anna Elisa Costaggiu, saranno Diego Corraine con le sue esperienze di traduzione in sardo nelle varie riviste e programmi informatici.

A seguire lo spagnolo Joan Elies Adell che parlerà dei progressi della lingua catalana.

Sarà presentato anche Liberalimbas, il progetto editoriale che ha visto la traduzione di celebri romanzi come quello di Luis Sepulveda “Istoria de una cau marinu e de su gatu chi l’aiat imparadu a bolare” in sardo, Algherese, Tabarchino, franco-provenzale ed occitano. Ma anche del Piccolo Principe uno dei libri più tradotti con le versioni di Carla Valentino in algherese, Margherita Crasto e Maria Siciliano in tabarchino, Diego Corraine in sardo e Alessandra Corda in Gallurese.

Nel pomeriggio, sarà presentato il premio di traduzione in sardo “Limbas in ponte” intitolato a Elizier Ben Yehuda fondatore dell’ebraico moderno, poi relazioni di Gianfranco Pinna e Carminu Pintore, Lisandro Beccu e Giovanni Francesco Fronteddu, con chiusura del seminario a cura di Iban Leon Lloptraduttore e professore di lingua catalana all’ateneo di Sassari.

Un seminario interessante che venerdì richiamerà a Posada decine e decine di persone.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes